18.11.2021 h 15:37 commenti

Il fotografo Thomas Billhardt torna a Palazzo Buonamici per festeggiare il 75esimo compleanno di Unicef

Per l'artista tedesco i bambini sono la speranza dell’umanità e rappresentano la voglia spensierata di vivere e l’innocenza. I giovani volti ritratti nelle foto mostrano dolore, dispiacere e paura ma anche, e soprattutto, tanta fiducia nel domani
Il fotografo Thomas Billhardt torna a Palazzo Buonamici per festeggiare il 75esimo compleanno di Unicef
Aprirà al pubblico sabato 20 novembre a Palazzo Banci Buonamici  la mostra “Bambini del mondo" del fotografo tedesco Thomas Billhardt. 
L'evento organizzato  da Provincia, Comune, l’istituto culturale tedesco Si-po e Unicef, in occasione della Giornata Mondiale dei diritti dei bambini, sarà visitabile  fino al 2 dicembre.  
Dopo un ritorno a Prato nel 2020,  Billhardt torna con un’esposizione che celebra i bambini del mondo, grazie anche alla collaborazione con Unicef Italia, che proprio il 20 novembre celebra il 75° anniversario della sua fondazione. Per il fotografo i bambini sono la speranza dell’umanità e rappresentano la voglia spensierata di vivere e l’innocenza. I giovani volti ritratti nelle foto mostrano dolore, dispiacere e paura ma anche, e soprattutto, tanta fiducia nel domani. I bambini ''Le persone più belle del mondo'' secondo Billhardt, sono da oltre 60 anni un leitmotiv essenziale della sua fotografia, anche sugli scenari di guerra, dove il suo lavoro artistico mette in luce gli sguardi innocenti colpiti dalla violenza, sguardi che riflettono la ferocia dell'animo umano, più di infinite parole. Da molti anni l'artista collabora con le campagne di sensibilizzazione dell'Unicef e la mostra a Palazzo Banci Buonamici vuole essere anche un momento di riflessione proprio in questo senso. “Non ci poteva essere occasione più gradita per il ritorno di questo grande artista della fotografia a Prato - ha commentato il presidente della Provincia di Prato, Francesco Puggelli - Ospitare la mostra “bambini del mondo” nel palazzo della Provincia ci riempie d’orgoglio". 
Gli scatti di Billhardt  costringono ad ampliare lo sguardo e a prendere coscienza delle tragedie che si consumano oltre i nostri confini ma che riguardano tutti noi, perché i bambini sono il nostro futuro, sono la nostra speranza. Billhardt è riuscito a cogliere nel dolore e nelle situazioni più difficili la luce e la gioia che appartengono ad ogni bambino. Una gioia che va preservata e tutelata. 
"Ci tengo a ringraziare anche Si-po, l’istituto culturale tedesco che organizza la mostra assieme a Provincia, Comune di Prato e Unicef e che si occupa di organizzare e coordinare le varie iniziative riguardanti i rapporti di gemellaggio che il Comune di Prato ed il Comune di Wangen mantengono da oltre 30 anni”, ha aggiunto l’assessore al Turismo del Comune di Prato, Gabriele Bosi.
Sempre il 20 novembre si terrà a Prato, un concerto al Teatro Politeama, che vedrà la partecipazione della Corale “San Francesco”, l’Orchestra d'archi della scuola di musica “Giuseppe Verdi”, il Coro dei bambini della scuola primaria “Fabrizio de André” ed il gruppo rock “Fun Cool” insieme a tanti altri ospiti.
 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  18.11.2021 h 15:37

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.