08.04.2021 h 12:11 commenti

Il Covid fa impennare le statistiche sui decessi. Nel primo trimestre 2021 un terzo dei morti di tutto il 2020

Secondo l'ufficio statistica del Comune di Prato sono 806, ossia 230 in più dello stesso periodo del 2020. Oltre il 90% ha più di 65 anni
Il Covid fa impennare le statistiche sui decessi. Nel primo trimestre 2021 un terzo dei morti di tutto il 2020
Il Covid condiziona anche il bilancio 2021 dei decessi registrati nel Comune di Prato. L'ufficio statistica ha pubblicato i numeri dei primi tre mesi dell'anno: sono 806, 230 in più dello stesso periodo del 2020 e ben un terzo di tutto il 2020 che con 2.469 decessi ha segnato il record degli ultimi cinque anni.
Il dato sui decessi Covid 2021 che ricaviamo dai bollettini giornalieri inviati alla protezione civile, è di circa 191 unità ma poichè è provinciale non è raffrontabile direttamente con quello registrato dal Comune di Prato per capire quanti dei 230 decessi in più rispetto al trimestre 2020, sia da imputare direttamente al Covid. Possiamo solo desumere che siano la maggioranza dato che il virus è l'unifo fattore esterno nuovo entrato in campo nel frattempo.
Come si vede il dato provinciale è più basso di quello comunale ma questo perchè l'ufficio statistica rileva i decessi avvenuti a Prato indipendentemente dalla residenza degli individui coinvolti. Degli 806 decessi del primo trimestre 2021 erano residenti 623, oltre il 77%. Dei 183 non residenti 105 risultavano provenienti da altri comuni del pratese, 30 dalla provincia di Firenze, 21 da Pistoia, 8 dal resto della Toscana, 13 dal resto d'Italia e 6 dall'estero. 
Anche analizzando il dato mese per mese vediamo che il 2021 registra numeri più alti degli altri anni. Nei primi tre mesi del 2020, infatti, la pandemia non aveva ancora manifestato tutta la sua cattiveria, cosa che farà nei mesi successivi. A gennaio 2021 i decessi sono stati 274, 77 in più del gennaio 2020; a febbraio 222, 61 in più dello stesso periodo dell'anno precedente; infine marzo con 310 decessi, 92 in più del marzo 2020. 
Analizziamo la fascia di età. Quasi il 47% dei decessi aveva più di 85 anni, poco meno del 30% aveva dai 75 agli 84 anni, il 15% tra i 65 e i 74 anni. Quindi in sostanza il 92% degli 806 decessi aveva più di 65 anni; il 7,2% tra i 45 e i 64 anni e l'1,6%, pari a 13 unità, ha tra i 25 e i 44 anni. 
787 decessi su 806 sono italiani, 9 i cinesi, 5 gli albanesi, 3 i romeni, 1 africano e 1 proveniente da altri paesi asiatici Cina esclusa. 
(e.b.)
 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  08.04.2021 h 12:11

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.