20.09.2018 h 11:40 commenti

Il Comune mette a bando la concessione d'uso del Lungobisenzio: le domande entro il 26 settembre

Nei mesi scorsi la dura contrapposizione tra amministrazione comunale e Ac Prato che ha portato allo sfratto coatto della società biancazzurra dall'impianto
Il Comune mette a bando la concessione d'uso del Lungobisenzio: le domande entro il 26 settembre
E' destinata a chiudersi in fretta la parantesi di mancato utilizzo dello stadio comunale Lungobisenzio. Risolto il rapporto con l'Ac Prato che è stato sfrattato dopo la telenovela dell'estate che si concluderà entro poche settimane con la decisione della procura sul duro scambio di accuse tra il presidente della società Paolo Toccafondi e il sindaco Matteo Biffoni, mentre resta pendente il ricorso al Tar, il Comune ha pubblicato oggi, giovedì 20 settembre, l'avviso per l'uso dell'impianto per la stagione sportiva 2018/2019. L'avviso è destinato a federazioni, enti, associazioni, società sportive professionistiche e dilettantistiche e a istituzioni scolastiche. Il termine per rispondere è mercoledì 26 settembre alle 13 compilando il modulo pubblicato sul sito internet del Comune ( http://www.comune.prato.it/trasparenza/gare-contratti/concessioni/2018/stadio-lungobisenzio-2018-19/). L'impianto potrà essere utilizzato solo per il calcio e il fine dell'amministrazione comunale è coniugare la massima utilizzabilità con le caratteristiche proprie dello stadio che, non avendo il campo sintetico ma in erba, deve ovviamente sottostare a regole precise per evitare il deterioramento. Gli uffici comunali provvederanno, una volta ricevute le richieste, a scegliere a quali soggetti assegnare l'uso dell'impianto sulla base di criteri prestabiliti. L'uso del Lungobisenzio potrà essere modulato nel tempo: anche nei prossimi mesi potrà essere presentata richiesta di accesso all'impianto sportivo che il Comune potrà accogliere compatibilmente con l'assegnazione o le assegnazioni che saranno fatte una volta concluso l'iter dell'avviso pubblicato oggi.
Le richieste potranno essere presentate secondo le modalità previste dall’avviso pubblicato sul sito dell’ente nella specifica sezione avvisi, ovvero presso il protocollo generale in Piazza del Pesce, 9, presso l’ufficio sport in via Santa Caterina, 17 II piano, a mezzo pec all’indirizzo comune.prato@postacert.toscana.it o per mail all’indirizzo serviziosport@comune.prato.it , entro le 13 di mercoledì 26 settembre.
L'amministrazione comunale torna a gestire il Lungobisenzio dopo la rinuncia dell'Ac Prato formalizzata lo scorso maggio quando all'orizzonte c'era la cessione della società da parte del presidente Paolo Toccafondi. Una cessione che non si è realizzata al termine di una trattativa scandita da diversi colpi di scena, su tutti la decisione del Comune di far valere la rinuncia dopo però aver accordato la disponibilità per consentire al Prato di presentare richiesta di ripescaggio in serie C dopo la retrocessione tra i dilettanti nell'ultima stagione. Un nodo nel quale sono rimasti impigliati tutti: impigliato Toccafondi che, senza stadio, non è stato ammesso al ripescaggio e senza serie C non ha concluso la cessione con l'avvocato italo-canadese Joseph Romano che poneva come condizione il ritorno nel campionato professionistico; impigliato il sindaco Biffoni che è stato denunciato dalla società che ha chiesto alla procura di accertare la sussistenza di un eventuale abuso d'ufficio. Biffoni ha replicato con un esposto per tentata truffa. L'inchiesta della procura è in dirittura d'arrivo: entro fine mese il procuratore Giuseppe Nicolosi deciderà se chiudere la questione o se invece fare iscrizioni sul registro degli indagati.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  20.09.2018 h 11:40

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus

Digitare almeno 3 caratteri.