11.10.2018 h 09:53 commenti

I volontari del Centro di scienze naturali hanno una nuova sede, sabato l'inaugurazione

Taglio del nastro della struttura adiacente al Csn, messa disposizione sal Comune e ristrutturata dai volontari
I volontari del Centro di scienze naturali hanno una nuova sede, sabato l'inaugurazione
Dopo circa due anni di lavori da parte dei volontari per adeguare la struttura messa a disposizione dall’amministrazione comunale, sabato 13 Ottobre sarà inaugurata la nuova sede dell’associazione volontari del Csn, in via di Galceti 90/a, adiacente al Centro di Scienze Naturali. L’associazione è nata nel 1967 da un gruppo di volontari che si raccolsero intorno alla mostra “Natura e Arte”, che diverrà poi il Centro di Scienze Naturali, e si è occupata da subito di antincendi boschivi, protezione civile e ambientale. Per molti anni ha fornito anche il supporto operativo per il recupero e soccorso della fauna selvatica, attività svolta dal Centro di Scienze Naturali. A lungo ha condiviso la sede con quella del Csn da cui prende il nome, ma l’aumento delle attività, dei mezzi e delle attrezzature, ed i cambiamenti che hanno riguardato il Csn divenuto Fondazione Parsec con la fusione con il Museo di Scienze Planetarie, hanno reso necessario trovare una nuova sede per il volontariato. La nuova struttura comprende magazzini, uffici, sala operativa, foresteria, aula corsi, rimessa mezzi, ed ampi spazi per iniziative ed esercitazioni. E’ intenzione dell’associazione utilizzare queste risorse al meglio, non solo per la propria attività, ma per lo sviluppo di iniziative da organizzare anche insieme ad altre associazioni, per la formazione dei volontari e per divulgare la cultura della Protezione civile e della protezione ambientale. Il programma di Sabato inizia alle ore 10 con un incontro tecnico dal titolo “Clima e bosco che cambiano, una nuova sfida per il volontariato aib”. Sarà discusso il problema della nuova tipologia di incendi che da qualche anno si è affacciata nel bacino mediterraneo, e di cui l’incendio di Calci del 24 Settembre è stato un primo tragico esempio in Toscana, con l’introduzione dell’assessore regionale all’Agricoltura Marco Remaschi, e gli interventi dei tecnici Gianluca Calvani (Regione Toscana) e Luca Tonarelli (Dream Italia). Seguiranno poi gli interventi di Saverio Tozzi, presidente dell’sssociazione, di Simone Faggi vicesindaco e di Matteo Biffoni sindaco di Prato, che parleranno dell'associazione  volontari del Csn e della Protezione civile a Prato. Alle ore 11.45 ci sarà il taglio del nastro e a seguire buffet. Nel pomeriggio si proseguirà con iniziative rivolte al pubblico. Dalle 14.30 Alfio Tomaselli, con la sua “archeologia sperimentale”, porterà gli intervenuti nel mondo dell’uomo paleolitico, dove sarà possibile imparare la realizzazione di raschiatoi e l’accensione del fuoco. L’associazione Toscana Miele metterà a disposizione assaggi di miele, sarà possibile conoscere la vita delle api e visitare le arnie adeguatamente “mascherati”. Infine i volontari del Csn saranno disponibili per la visita alla sede, ai mezzi,  alle attrezzature e con giochi per bambini. Tutte le iniziative, sia la mattina che il pomeriggio, sono gratuite e aperte al pubblico.
 
 

Data della notizia:  11.10.2018 h 09:53

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.