12.04.2019 h 15:39 commenti

I ragazzi di Marconi e Rodari tengono a battesimo il primo dibattito tra candidati sindaci

Stamani assemblea congiunta dei due istituti con i ragazzi di quinta che hanno "interrogato" i politici su politiche giovanili, opere pubbliche, integrazione e trasporto pubblico. Animi accesi su Soccorso e parco urbano
I ragazzi di Marconi e Rodari tengono a battesimo il primo dibattito tra candidati sindaci
È avvenuto davanti a duecento studenti il primo confronto tra i candidati alle prossime elezioni amministrative. Durante l’assemblea studentesca di oggi, 12 aprile, dodici quinte degli istituti Marconi e Rodari hanno avuto la possibilità di ascoltare e fare domande a Matteo Biffoni (centrosinistra), Daniele Spada (centrodestra), Carmine Maioriello (Movimento 5 Stelle) e Aldo Milone (“Prato Libera e Sicura”), tutti in lizza per diventare il prossimo sindaco della città. L’incontro è stato organizzato dai rappresentanti d’istituto delle due scuole, che hanno pensato di invitare i principali candidati per poter iniziare a farsi un’idea in vista di quello che, per molti, sarà il primo voto. Assente Marilena Garnier, invitata ma non presente per motivi di lavoro.
Il dibattito, che dà ufficialmente inizio alla campagna elettorale, si è concentrato su quattro macro temi: politiche giovanili, opere pubbliche, integrazione e trasporto pubblico. I candidati hanno avuto a disposizione cinque minuti per dire la loro sui diversi argomenti. 
Il clima tra i partecipanti all’incontro è rimasto sempre piuttosto tranquillo. Gli animi si sono  leggermente accesi solo riguardo ad alcuni temi: la realizzazione delle piste ciclabili ma soprattutto i progetti del sottopasso del Soccorso e del parco urbano (che sorgerà nell’area dell’ospedale vecchio). Biffoni ha confermato entrambi i progetti mentre i suoi avversari si sono limitati a criticarli senza precisare meglio cosa prevede in merito il proprio programma elettorale (sul Soccorso Milone e Spada hanno sottolineato che se Biffoni non avesse interrotto il progetto di Cenni, ora ci sarebbe viadotto, mentre Maioriello ha specificato che con i tecnici cercherà soluzione veloce e prezzo ridotto)
Tutti d'accordo, invece, sul tema dell'integrazione, nonostante le provenienze politiche opposte.
Il confronto è stato moderato dalla professoressa Gnesini, alla presenza dei presidi dei due istituti, Tiziano Pierucci (Marconi) e Mario Di Carlo (Liceo Rodari). Entrambi sono stati felici di accettare la proposta dei ragazzi di organizzare questa assemblea perché, dicono: “È importante iniziare a farsi una propria coscienza politica”. 
Le reazioni degli studenti alla fine del dibattito vanno dall’indecisione assoluta alla completa certezza della scelta di voto. Ciò su cui tutti concordano è il desiderio di un sindaco che sappia ascoltare e comprendere le necessità dei più giovani. 
Barbara Becchimanzi
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  12.04.2019 h 15:39

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.