03.04.2020 h 12:05 commenti

Gruppetto di genitori fuori con i figli senza mascherine e distanza di sicurezza: la Municipale fa sei multe

E' successo ieri a Chiesanuova quando la pattuglia ha notato l'assembramento di adulti mentre un gruppo di bambini di età compresa tra i tre e i cinque anni stavano giocando insieme
Gruppetto di genitori fuori con i figli senza mascherine e distanza di sicurezza: la Municipale fa sei multe
Alcuni genitori sono usciti a passeggio con i figli, in gruppo, violando le disposizioni di legge per il contenimento della diffusione del Coronavirus. E' avvenuto nel pomeriggio di ieri, in zona Chiesanuova, dove gli agenti di polizia municipale hanno elevato sei sanzioni ad altrettanti genitori. I cittadini erano fuori dalle proprie abitazioni con un gruppo di bambini di età compresa tra i tre e i cinque anni. I genitori, come accertato dagli agenti, si intrattenevano senza alcuni dispositivo di sicurezza e soprattutto senza osservare la distanza interpersonale di un metro. Con loro vi erano i bambini che giocavano, neppure loro dotati di alcuna protezione, e senza osservare le disposizioni sulla distanza ritenuta utile ad evitare il contagio. Raggiunti dalla pattuglia della polizia municipale, che ha contestato la violazione del Decreto Legge 19/20 ovvero il divieto di assembramento, i genitori hanno ammesso di avere trasgredito ma, prendendosela con gli eventuali o presunti segnalatori, hanno preannunciato incontri in giardino con barbecue e pattini e bici con i bambini. Circostanza, quest'ultima, smentita da una delle persone multate, che ha contattato Notizie di Prato: "Non abbiamo mai detto cose del genere - dice la signora -. E poi eravamo in una strada privata e non pubblica. Dopo questo episodio siamo anche stati minacciati da parte di altri cittadini sui social".
"Evidentemente qualcosa del messaggio 'stare a casa' non è chiaro. Non si dovrebbe arrivare a dover sanzionare, ma soprattutto dispiace che alcuni cittadini non capiscano l'importanza di questi provvedimenti - sottolinea il sindaco Matteo Biffoni -. Nessuno è immune dalla diffusione del contagio, neppure i più giovani, e pur comprendendo il desiderio di uscire i genitori devono essere responsabili nell'interesse della salute di tutti, compresi i loro figli. Trasgredire è più che una violazione di legge, è una mancanza di rispetto per chi sta in casa, per chi lotta ogni giorno contro il Covid-19, per tutta la nostra comunità".
Si ricorda che le sanzioni per l'inosservanza dei Decreti Ministeriali nel caso in questione vanno da 400 a 3mila euro. 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  03.04.2020 h 12:05

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.