29.07.2017 h 08:31 commenti

Grazie a Toscana Tv le eccellenze della cucina pratese sbarcano sul piccolo schermo. Guarda le puntate

Vetrina Toscana ha dedicato un ciclo di trasmissioni che punta a valorizzare il territorio attraverso le sue eccellenze naturalistico/artistiche ed enogastronomiche
Grazie a Toscana Tv le eccellenze della cucina pratese sbarcano sul piccolo schermo. Guarda le puntate
Riflettori accesi sulla provincia di Prato e sulle sue specialità enogastronomiche. Si è conclusa la prima tranche di registrazioni di “Toscana a Tavola”, trasmissione di Toscana Tv che valorizza il territorio attraverso le sue eccellenze naturalistico/artistiche ed enogastronomiche.


 
Al centro della prima parte del format – realizzato grazie ad un progetto di Vetrina Toscana e coordinato da Confcommercio Pistoia e Prato (soggetto capofila) e Confesercenti Prato – i ristoratori, le botteghe e i produttori dei comuni di Prato, Cantagallo, Vaiano, Vernio e Poggio a Caiano, accompagnati dagli enti di valorizzazione dei Musei e delle aree stesse, sommelier Ais, produttori di vini e le guide turistiche delle associazioni Artemia e FareArte. Le registrazioni proseguiranno andando a coprire anche i comuni di Carmignano, Montemurlo e Prato, per un totale di 24 puntate.


 
“Abbiamo deciso di proporre un format che porti continuità alla promozione del territorio coprendo l’intera provincia nel corso di tutte le stagioni. – afferma Tommaso Gei, presidente della Consulta Confcommercio di Prato – Riprenderemo le registrazioni dalla fine di Settembre e tutti i colleghi aderenti a Vetrina Toscana interessati a partecipare, potranno contattare i nostri uffici. L’adesione è gratuita ed è indubbiamente un modello innovativo per valorizzare l’enogastronomia, il turismo e le tipicità della nostra provincia”.


 
“Grazie a questo importante e utile progetto, il territorio pratese ha l’occasione di far conoscere ulteriormente non solo le sue innumerevoli bellezze artistiche, gli edifici e le piazze del centro storico, ma anche i suoi prodotti enogastronomici che da sempre arricchiscono la nostra città e contribuiscono a renderla unica” afferma Daniela Toccafondi, assessore Attività Produttive Comune di Prato.


 
“L’approfondimento su Poggio a Caiano si è concentrato sulla Villa Medicea, patrimonio Unesco, e in particolare sul Museo della Natura Morta posto al secondo piano della struttura: un museo permanente di 200 dipinti, che accompagna il visitatore, in un viaggio culturale e sensoriale alla scoperta della biodiversità della toscana medicea. – afferma Marco Martini, sindaco Poggio a Caiano – Carni, frutta e verdura raffigurati sono elementi che ancora oggi vengono rivisitati nei piatti del tradizione cucinati dai nostri ristoratori”.
“Far conoscere la nostra bellissima area al di fuori dei confini provinciali fa parte del nostro obiettivo di promozione del territorio. – dichiara Primo Bosi, presidente dell'Unione dei Comuni della Val di Bisenzio – Aver avuto la possibilità di parlare della nostra strada del biscotto e del tortello di patate all'interno delle nostre residenze storiche ha rappresentato un importante valore aggiunto”.
 
 

Data della notizia:  29.07.2017 h 08:31

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.