13.03.2019 h 17:23 commenti

Gli Esordienti A dell’Azzurra concedono il bis e vincono la Coppa Toscana

Per il secondo anno consecutivo i nuotatori pratesi, guidati dai tecnici Francesco Bartolozzi ed Eva Masetti, si impongono nella competizione disputata nella piscina Massimo Rosi di Livorno
Gli Esordienti A dell’Azzurra concedono il bis e vincono la Coppa Toscana
Nella cornice della piscina Massimo Rosi di Livorno gli Esordienti A dell'Azzurra Nuoto Prato si riconfermano al vertice nella loro categoria, vincendo per il secondo anno consecutivo la Coppa Toscana. La società laniera ha sopravanzato nella classifica a squadre società blasonate - come Nuoto Livorno, Firenze Pallanuoto, Rari Nantes Florentia - riuscendo in un'impresa che in pochi ai nastri di partenza avrebbero previsto.
Grande soddisfazione trapela dalle parole del tecnico Francesco Bartolozzi, coadiuvato dall'aiuto fondamentale della collega Eva Masetti: "Una vittoria inaspettata e per questo ancora più bella. Quest'anno partivamo con l'obbiettivo di arrivare nei primi quattro posti, perché rispetto all'anno scorso avevamo meno atleti in squadra, mentre le altre società vantavano numeri assai maggiori, ma i ragazzi hanno fatto qualcosa di incredibile. Tutti hanno dato fondo alle proprie energie, spesso migliorando i personali e conquistando punti e posizioni che ai nastri di partenza sembravano difficili da raggiungere. E come sempre la ricetta che ha reso tutto ciò possibile è sempre la stessa: "il gruppo vince sempre".
Una ricetta che ha trovato in Margherita Balli l'interprete migliore, capace di vincere ben tre ori nei 100 e 400 stile e nei 100 farfalla, che confermano una volta di più le doti tecniche di questa atleta e la sua capacità di mantenere la concentrazione al massimo in gara così come in allenamento. Sono altresì splendide, sempre al femminile, le prove di Lucrezia Domina vincitrice nei 100 stile, seconda nei 400 stile e terza nei 200 misti, e di Dafne Guasti oro nei 100 farfalla e argento nella mezza distanza; due bimbe che fanno della poliedricità la loro arma più forte e che hanno dimostrato grandi capacità di gestire l'ansia pre-gara alla loro prima apparizione su un palcoscenico di questo livello. La parte del leone per i maschi spetta a Gabriele Coppini, che nonostante abbia ancora difficoltà a gestire le gare in vasca corta, torna a casa con l'argento nei 400 stile e il bronzo nei 100, rimarcando i progressi fatti e facendo ben sperare per la stagione estiva. Epico l'argento nei 100 farfalla di Matteo Vallini, che, pur con una partenza non proprio brillante, è riuscito a toccare secondo solo a pochi decimi dall'oro, rimontando il gap con una grinta da vero gladiatore. E infine come sempre negli ultimi anni, sono dolcissime le note che arrivano dalle staffette, dove la società pratese si classifica seconda nella 8x50 stile libero (Gabriele Coppini, Lucrezia Domina, Cristian Bobocea, Niccolò Bardazzi, Marta Busia, Dafne Guasti, Enilson Bregu, Margherita Balli) ed è d'argento nella 4x50 mista femminile (Sara Bartolini, Emma Naldi, Dafne Guasti, Margherita Balli). Innumerevoli poi i piazzamenti dei nuotatori pratesi nelle prime otto posizioni, una lista che sarebbe troppo lunga da elencare, ma senza la quale questa impresa, alla vigilia impossibile, non sarebbe stata raggiunta.
Di seguito gli altri finalisti: Gaia Balli, Asia Neves, Daniele Di Benedetto, Andrea Martinelli, Fabio Origa, Giulia Bardazzi, Vittoria Martelli, Greta Salvi, Maria Carlesi, Filippo Frullini, Ludovico Alba, Filippo D'Attilio, Lapo Bettazzi, Samuele Presi, Francesco Lombardi, Leonardo Cecconi.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  13.03.2019 h 17:23

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.