23.12.2021 h 18:48 commenti

Gigliato d'oro allo storico cerimoniere Giancarlo Calamai

Il presidente del Consiglio, Gabriele Alberti: "Calamai è stato un uomo di spessore e fedele e appassionato custode della città"
Gigliato d'oro allo storico cerimoniere Giancarlo Calamai
Oggi pomeriggio, 23 dicembre, il Consiglio comunale, riunito in seduta straordinaria, ha conferito il Gigliato d'Oro a Giancarlo Calamai, storico cerimoniere del Comune, ora in pensione, come ringraziamento per il suo operato. Il presidente Gabriele Alberti lo ha definito "un fedele e appassionato custode della città, della sua storia e delle sue tradizioni". Oltre Biffoni e alla sua giunta, erano presenti anche gli ex sindaci Fabrizio Mattei e Marco Romagnoli.
72 anni compiuti da poco, Calamai ha iniziato la sua attività al servizio della città a 27 anni come consigliere comunale del partito comunista. E' stato assessore alla Pubblica Istruzione nella giunta di Lohengrin Landini, fondatore di Anci Toscana. Dopo la crisi di giunta scoppiata per le polemiche sul laboratorio teatrale di Luca Ronconi al Fabbricone, nel 1980 è entrato a far parte della giunta riformata dal solo Pci come assessore al patrimonio, alla manutenzione e all'economato ed è stato poi confermato nel secondo mandato di Landini fino al 1985, ma come assessore alla Polizia Municipale. Lasciò l'incarico per motivi personali e al suo posto subentrò Luigi Nidito del Psdi.
Successivamente ha ricoperto l'incarico di assessore con più deleghe. E' stato inoltre presidente del Teatro Metastasio dal 1982 al 1986. Nel 2002 è stato nominato cerimoniere su indicazione del sindaco Mattei, rimanendo in servizio fino al 2019 e organizzando 18 Corteggi storici. È stato Calamai ad introdurre il Corteggio Storico in edizione serale al posto di quella pomeridiana, con l'obiettivo di coinvolgere un maggior numero di cittadini.  
 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  23.12.2021 h 18:48

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.