15.02.2018 h 14:26 commenti

Fratelli e incensurati: nascondevano 1,2 kg di cocaina in una casa affittata a "nero"

I carabinieri sono riusciti a stroncare un vasto giro di stupefacente che arrivava in Italia dai Balcani. In manette i due uomini, uno di 38 e l'altro di 33 anni
Fratelli e incensurati: nascondevano 1,2 kg di cocaina in una casa affittata a "nero"
Un altro duro allo spaccio di droga in città è stato inferto dai carabinieri che la notte scorsa 14 febbraio hanno arrestato due fratelli marocchini, di 38 e 33 anni, trovati con 1,2 kg di cocaina purissima nascosta in casa. Uno dei due aveva oltre duemila euro in contati nei pantaloni.
I due fratelli sono incensurati e con permesso di soggiorno, in pratica insospettabili. I giovani sono ufficialmente residenti ad Adria, ma hanno eletto Prato come centro dei loro traffici prendendo un’abitazione in affitto in via del Ghirlandaio. Da tempo i militari stavano seguendo gli spostamenti dei due giovani, ritenuti tra i principali fornitori degli spacciatori del centro di Prato. Dopo alcuni mesi di indagine i due sono stati arrestati quando uno dei due fratelli è stato fermato in zona Sant’Ippolito e trovato in possesso dell'ingente somma in contanti, circostanza molto sospetta visto che i due non hanno mai lavorato.
Grazie al lavoro d'indagine, i carabinieri sono riusciti a scoprire che i due trafficati avevano affittato “a nero” un’altra abitazione a in Fognano-Montale, tenuta segreta e utilizzata solo per nascondere lo stupefacente. Ed è li che sono stati trovati gli 1,2 kg di cocaina purissima.
Il secondo fratello è stato arrestato mentre cercava di raggiungere Bologna in auto. Gli investigatori ritengono che lo stupefacente provenga dal nord Italia, seguendo la rotta dei Balcani.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  15.02.2018 h 14:26

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.