16.01.2020 h 17:55 commenti

Diplomati ottanta addetti al food, per dieci già un contratto a tempo indeterminato

Il corso Progetto gusto organizzato da Confesercenti e Confcommercio con finanziamenti regionali tramite Fondo Europeo ha formato cuochi per prodotti territoriali, piazzaioli specializzati in intolleranze alimentari e barman
Diplomati ottanta addetti al food, per dieci già un contratto a tempo indeterminato
Da disoccupati a camerieri, pizzaioli, cuochi esperti in prodotti locali, barman attraverso il corso Progetto Gusto organizzato da Confcommercio, Confesercenti e finanziato dalla regione Toscana attraverso il Fondo europeo. Ottanta persone prevalentemente donne con un’età compresa fra i 35 e i 40 anni, hanno frequentato il corso per un totale di 2.586 ore impegnandosi in stage e lezioni per un anno intero. Per dieci di loro si è avverato il sogno di un’assunzione a tempo indeterminato, per tutti il raggiungimento di una qualifica spendibile a livello regionale.
“Un corso – spiega Ascanio Marradi direttore Cescot Confesercenti - pensato per dare risposte concrete alle richieste delle aziende che ricercano sempre più personale qualificato”
Sessanta le imprese che hanno aderito al progetto che ha visto anche la presenza di chef stellati come Claudio Vicenzo. “Tra le qualifiche proposte – ha sottolineato Francesca Morandi responsabile corsi formazione Confcommercio- anche quella per percorsi d’impresa con nozioni sul business plan, ma soprattutto personale altamente qualificato anche in settore di nicchia come ad esempio quello di pizzaioli esperto in intolleranze alimentari”.
In 104 hanno risposto alla proposta, segno della voglia da parte di chi vuole rientrare nel mondo del lavoro di formarsi in modo professionale. “La strada – ha sottolineato la consigliera regionale Ilaria Bugetti – è sicuramente quella giusta visto che incrocia domanda e offerta secondo i nuovi parametri proposti dell’ Unione europea “
Sula stessa lunghezza d’onda anche l’assessore alle attività produttive Benedetta Squittieri: “ A Prato negli ultimi anni è cresciuto il settore del food, ora è necessario qualificare anche gli operatori attraverso corsi come questo che offrono buone prospettive a imprenditori e lavoratori”.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  16.01.2020 h 17:55

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.