29.01.2015 h 10:00 commenti

Fondazione Cassa di Risparmio di Prato dimezza la sua partecipazione in Bpv

In tre anni le quote della banca vicentina in mano all'ente passeranno da 21,5 milioni di euro a poco più di dieci milioni. Romagnoli: 'Il rapporto con la banca resterà lo stesso'
Fondazione Cassa di Risparmio di Prato dimezza la sua partecipazione in Bpv
Ora è ufficiale. La Fondazione Cassa di Risparmio di Prato dimezzerà il proprio pacchetto azionario in Banca Popolare di Vicenza. Lo farà nell'arco del prossimo triennio. Una scelta già delineata prima della riforma delle banche popolari, volta a ridurre l'esposizione e quindi i rischi che una cospicua partecipazione bancaria comporta. Questa operazione è quindi a favore di una maggiore diversificazione del patrimonio e a beneficio dei tanti progetti attivi sul territorio di tipo filantropico. 'La nostra idea - spiega Fabia Romagnoli, è di non avere in portafoglio nessuna esposizioni superiori al dieci percento'. Oggi l'investimento in Banca Popolare di Vicenza è pari a quasi 21,5 milioni di euro su un totale di 97 milioni di euro. Un quarto circa del totale. Una volta venduta la metà delle proprie quote che porteranno nelle casse della Fondazione 12 milioni di euro, Fondazione Cassa di Risparmio avrà azioni della Bpv per poco più di dieci milioni di euro. La presidente dell'ente, Fabiola Romagnoli, garantisce che il rapporto con la banca vicentina resterà inalterato. 'La banca ha interesse ad avere uno stretto rapporto con il territorio e a investire sul territorio - conclude Romagnoli - quando abbiamo fatto presente la nostra necessità di vendere, la banca ha capito e si è resa disponibile'.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  29.01.2015 h 10:00

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.