07.04.2021 h 09:57 commenti

Farmaci anticovid, blitz in un magazzino a Prato: sequestrate 6mila confezioni. Una denuncia

L'operazione è scattata tra le province di Prato e di Firenze dopo il ritrovamento di medicinali non autorizzati in un negozio di generi alimentari a Torino. Le indagini sono approdate ad una rivendita all'ingrosso di proprietà di un cinquantenne
Farmaci anticovid, blitz in un magazzino a Prato: sequestrate 6mila confezioni. Una denuncia
Era a Prato una dei magazzini di una rivendita all'ingrosso di sospetti medicinali cinesi che i carabinieri del Nas di Torino stavano cercando dopo il sequestro di farmaci non autorizzati in un negozio di generi alimentari del capoluogo piemontese. I militari sono intervenuti con i colleghi di Firenze e con quelli di Prato e di Signa. Diverse le perquisizioni effettuate su ordine della procura di Firenze nell'ambito dell'attività di contrasto al commercio illecito di farmaci. Oltre seimila le confezioni del presunto medicinale - che risulta in vendita anche su Amazon - sequestrati nelle sedi di Prato e dell'hinterland fiorentino, tutte riconducibili allo stesso grossista, un cinese di 50 anni. Le indagini erano partite lo scorso gennaio con il ritrovamento, in un alimentari di Torino, di decine di confezioni di medicinali cinesi, alcuni dei quali venduti come cura anticovid.
Le 6mila e passa confezioni sequestrate avrebbero fruttato profitti che gli inquirenti hanno stimato in oltre 60mila euro. Non trascurabile, poi, il rischio per la salute dovuto all'assunzione dei farmaci prodotti senza la valutazione delle autorità e conservati senza il rispetto delle norme. Tutte le confezioni erano prive delle autorizzazioni di Aifa e Ema. Il grossista è stato denunciato.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  07.04.2021 h 09:57

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.