27.09.2022 h 13:18 commenti

Falsifica il verbale dell'incidente per aiutare l'amica, condannato un carabiniere

I fatti risalgono al 2017. Le accuse: falso in atto pubblico e abuso d'ufficio. L'annotazione fu smentita dal consulente tecnico e dal perito chiamati a dare una lettura del sinistro sulla base degli elementi a disposizione
Falsifica il verbale dell'incidente per aiutare l'amica, condannato un carabiniere
Scrisse e firmò una falsa annotazione, e così facendo modificò la dinamica dell'incidente stradale nel quale era rimasta coinvolta un'amica. Cesare Simone, 60 anni, carabiniere ora in congedo ma all'epoca dei fatti – 2017 – luogotenente in servizio alla Stazione di Calenzano, è stato condannato a 2 anni e 8 mesi di reclusione per falso in atto pubblico e abuso d''ufficio. La sentenza è stata dal giudice delle udienze preliminari del tribunale di Prato, Leonardo Chesi, al termine del processo con rito abbreviato. L'annotazione, trasmessa alla procura di Prato, produsse un vantaggio all'amica del carabiniere e, al contrario, un danno alla parte lesa perché il procedimento penale scaturito dall'incidente stradale fu archiviato proprio sulla base di quanto scrisse il luogotenente.
L'incidente, avvenuto all'incrocio tra via Vittorio Emanuele e via San Morese a Calenzano tra un'auto e una moto, risale alla mattina del primo giugno 2017. La ricostruzione fornita con tanto di annotazione in cui si spiegava la manovra dell'auto, fu smentita dal consulente e, in un secondo momento e in sede di incidente probatorio, anche dal perito chiamato a dare una lettura tecnica della dinamica sulla base di tutti gli elementi a disposizione.


 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  27.09.2022 h 13:18

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.