06.09.2021 h 10:47 commenti

Fallisce gruppo tessile, cinquanta dipendenti in cassa integrazione

Il 18 agosto il tribunale ha stabilito il fallimento del Texjet Group composto dalla tessitura Texjet srl e dalla Rifinizione Chiara. I sindacati hanno chiesto un incontro con i curatori fallimentari, ma ad oggi non è arrivata nessuna convocazione
Fallisce gruppo tessile, cinquanta dipendenti in cassa integrazione
Fallito Texjet Group, cinquanta dipendenti in cassa integrazione fino alla fine del mese, nel frattempo Cgil Cisl e Uil hanno chiesto un incontro con i curatori fallimentari Marco Mariani e Roberto Tosa per cercare di capire se ci sono spiragli per salvare una parte dei posti di lavoro.
Il gruppo è formato dalla tessitura Texjet, chiusa a febbraio, e dalla Rifinizione Chiara  con sede in via Gora del Pero.
Nel 2015 Roberto Ilardi, titolare della Texjet srl, aveva comprato la Rifinizione Microtex dalla famiglia Becagli creando così una produzione a ciclo completo. Texjet S.r.l nasce nel 1989 come tessitura contoterzi, nel 2006 si era affacciata sul mercato con una propria collezione di tessuti pettinati mono e bi-stretch per donna di qualità medio/alta, specializzandosi nei tessuti tecnici e semi-tecnici nylon, cotone e nylon/cotone e puntando sull'expo.
L'azienda ha partecipato nel 2017 a Milano Unica e a Premiére Vision, poi progressivamente è iniziata la crisi che ha portato anche a una riduzione del personale di circa trenta unità.Intanto il 31 ottobre scadono i termini per il blocco dei licenziamienti e nel distretto tessile si potrebbero verificare altre perdite di posti di lavoro.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  06.09.2021 h 10:47

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.