10.01.2019 h 20:03 commenti

Falda, il livello è stabile. Zona Grignano-Soccorso è a 20 metri dalla superficie

I dati sono stati forniti dal Genio Civile alla commissione 4 presieduta da Massimo Carlesi che ha fatto il punto sulla manutenzione idraulica nel 2018
Falda, il livello è stabile. Zona Grignano-Soccorso è a 20 metri dalla superficie
Il livello della falda cittadina è sostanzialmente stabile. Lo affermano i tecnici del Genio civile che ieri, 9 gennaio, sono stati ascoltati dalla commissione 4 presieduta da Massimo Carlesi per un report sugli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria effettuati nel 2018. 
Un mix di fattori concorre a tenere sotto controllo l'enorme bacino che scorre sotto la città da nord a sud. Intanto l'aumento degli emungimenti da parte di Publiacqua che quasi compensa la riduzione del prelievo per uso industriale e produttivo anche se inferiore rispetto a periodi di crisi nera come quella registrata 10 anni fa. Poi c'è un'altra causa non secondaria, la siccità. 
Nel triennio 2016-2018 il livello della falda è sceso notevolmente con una media di circa 10 metri rispetto agli anni precedenti. Tale riduzione è giudicata stabile dagli esperti.
Nella zona di Grignano e Parco dell'ex Ippodromo, il lago sotterraneo si trova a 20 metri sotto la superficie. Ovviamente nel periodo estivo tale livello medio scende per poi risalire in inverno, ma non tocca mai i picchi altissimi registrati tra il 2011 e il 2014 quando la falda arrivò a pochissimi metri dalla superficie creando molti problemi a scantinati e garage sotterranei.
Sostanziale stabilità anche al Macrolotto 1 dove l'acqua sotterranea si trova circa 15 metri dal piano campagna.
Una falda a livelli medio bassi è sicuramente una buona notizia in relazione a cantieri complessi come la costruzione del sottopasso lungo viale Leonardo da Vinci per eliminare la strozzatura del tratto che attraversa il Soccorso, ma qualsiasi progettazione, pubblica o privata, non può dare la stabilità per scontata. Le condizioni che ne influenzano la portata, possono cambiare repentinamente come è già successo. Per questo, lo stesso tunnel del Soccorso sarà sottoposto a procedimento di Via ministeriale. Dovrà essere fugato ogni dubbio sulla compatibilità tra il cantiere e la falda anche in presenza di un suo innalzamento e sul rischio che l'opera faccia da diga al deflusso dell'acqua.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  10.01.2019 h 20:03

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.