08.01.2019 h 08:36 commenti

"Emergenza freddo", volontari tutte le sere nelle strade per distribuire coperte e tè ai senzatetto

Ha preso il via durante le feste di Natale il lavoro dei volontari della Pubblica assistenza a sostegno di chi non ha un tetto e passa la notte in giacigli di fortuna. L'iniziativa è stata estesa anche alla Croce d'Oro. Appello ai cittadini a donare coperte, sacchi a pelo e soldi per comprare teli termici e tè
"Emergenza freddo", volontari tutte le sere nelle strade per distribuire coperte e tè ai senzatetto
Il progetto di solidarietà concreta, fraternità e impegno nei confronti degli ultimi, degli invisibili, nato dall’attività dei volontari della Pubblica Assistenza “L’Avvenire” Prato, si chiama “Emergenza freddo”. Un progetto nato dalla sensibilità di alcuni volontari che, dopo approvazione da parte dell’Associazione, hanno iniziato nei giorni antecedenti la Vigilia di Natale la distribuzione di coperte, telini termici e tè. Il servizio, per il momento, è rivolto ai senzatetto nel comune di Prato. Grazie alla disponibilità dei volontari il servizio sarà garantito fino alla fine di febbraio, con l’intenzione di proseguire nei mesi successivi, ove ci fosse la necessità oggettiva data dalle temperature rigide di questo inizio inverno. L’orario del servizio è dalla 23 alle 24, 7 giorni su 7.“I punti di aggregazione conosciuti – sottolinea il consigliere Alessandro Del Panta – nei quali abbiamo trovato bisognosi sono: Stazione Centrale, Chiesa della Pietà, Piazza delle Carceri, Chiesa del Soccorso in Via Roma, Piazza Mercatale, Piazza dell’Università e Zona Serraglio, Poste Centrali. Attualmente stiamo valutando, grazie anche alle molte segnalazioni dei cittadini, eventuali atri luoghi da percorrere per poter dare supporto ad eventuali altri soggetti. Chiunque volesse contribuire con eventuali segnalazioni può farlo attraverso il numero 0574.25725”. I soggetti coinvolti da questo servizio sono di svariate nazionalità e svariate età anagrafiche, la diffidenza iniziale dei primi giorni si è trasformata dopo qualche settimana in una vera e propria accoglienza verso gli operatori che porgono loro assistenza.
“Giovedì 3 gennaio scorso – ricorda Del Panta – abbiamo incontrato un ragazzo di colore che era visibilmente scosso perché, finito il percorso di assistenza si è ritrovato senza fissa dimora. Il ragazzo è stato ricoverato per principio di ipotermia. Dal 5 gennaio abbiamo pensato di estendere il servizio anche alle associazioni Anpas territoriali, Croce d’Oro di Prato e Pubblica Assistenza Prato Sud, coinvolgendole nel servizio e nell’assistenza ai bisognosi. Il servizio quindi ad oggi viene svolto unitamente dalle tre associazioni Anpas pratesi. È tuttavia importante mobilitare la cittadinanza ad offrire coperte o sacchi a pelo in buone condizioni, eventuali offerte per l’acquisto dei materiali distribuiti come tè e telini termici, che attualmente l’Associazione insieme ai volontari mettono a disposizione facendo fronte con risorse proprie. È gradita eventualmente anche cioccolata confezionata integra (no manipolata) da poter distribuire. La sede di destinazione delle offerte o delle eventuali donazioni è via San Jacopo 34, presso la Pubblica Assistenza “L’Avvenire” Prato. Mi permetto infine di rivolgere un sentito ringraziamento a tutti i volontari coinvolti”. 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  08.01.2019 h 08:36

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.