26.09.2022 h 07:51 commenti

Elezioni, a Prato vince tutto il centrodestra: eletti Mazzetti e La Pietra, Fratelli d'Italia primo partito in città e provincia

La deputata e il senatore uscenti confermati con un netto margine di vantaggio sugli altri candidati. Il Pd scende sotto il 30%. Il Movimento 5 Stelle è il terzo più votato, crolla la Lega mentre il Terzo Polo debutta superando la soglia del 10%
Elezioni, a Prato vince tutto il centrodestra: eletti Mazzetti e La Pietra, Fratelli d'Italia primo partito in città e provincia
Il quadro politico che emerge per la provincia di Prato, a spoglio ultimato sia per il Senato sia per la Camera, è quello di un deciso spostamento a destra dell'elettorato. Non solo i candidati all'uninominale del centrodestra hanno vinto con ampio margine i duelli in entrambi i collegi uninominali, ma Fratelli d'Italia ha effettuato il sorpasso sul Pd, diventando il primo partito della provincia. Un risultato che va, probabilmente, oltre le più rosee previsioni perfino degli stessi sostenitori di Giorgia Meloni. 
COLLEGI UNINOMINALI - Come era successo già nel 2018 il centrodestra fa cappotto e vince con Erica Mazzetti e Patrizio La Pietra il collegio della Camera e quello del Senato. Per entrambi si tratta di una conferma sugli scranni di Montecitorio e di Palazzo Madama. Mazzetti, esponente di Forza Italia, è stata eletta con il 40,24% dei voti (il parziale della provincia di Prato è 41,73%) davanti al candidato del centrosinistra Tommaso Nannicini 33,59% (a Prato 32,58%). Seguono Chiara Bartalini dei 5 Stelle con il 10,61% (10,42%) ed Edoardo Fanucci del Terzo Polo con 9,84% (10,11%), poi gli altri candidati tutti sotto il 2%. La Pietra, Fratelli d'Italia, ha invece ottenuto a livello di collegio il 44,18% (41,39% in provincia di Prato) ed ha lasciato a grande distanza Anna Graziani del centrosinistra che si è fermata al 29,19% (31,84% a Prato). Anche qui seguono la 5 Stella Manuela Bellandi con l'11,08% (10,58%) e la candidata del Terzo Polo Barbara Masini con 8,8% (10,25%), a seguire gli altri.
PROPORZIONALE - E' qui che si registra la sorpresa maggiore. Per la prima volta alle Politiche il centrosinistra perde lo scettro di principale partito della provincia che va a Fratelli d'Italia capace di salire dal 4,7% del 2018 al 28,3% ottenuto stavolta, con il 27,7% se ci limitiamo al comune di Prato. Il Pd si è invece fermato al 25,7%, in calo rispetto a tutte le ultime consultazioni visto che nel già negativo 2018 - quando il centrosinistra perse entrambi i collegi uninominali come adesso - aveva ottenuto il 30,46%.
Al clamoroso risultato di Fratelli d'Italia nel centrodestra fa da contraltare, però, il pesante tonfo della Lega che non va oltre il 6,5% , appena un terzo rispetto al 17,7% che ottenne nel 2018 e un crollo verticale se si guarda al 34,5% che ottenne alle Europee del 2019. Giù anche Forza Italia con il 5,9% rispetto al 2018 (ottenne l'11.3%) ma in linea con quanto preso alle Europee. Male invece la lista Noi Moderati del deputato uscente Giorgio Silli che va poco sopra l'1%.
Nel campo del centrosinistra, detto del ko del Pd, da registrare il risultato appena sotto il 4% dell'Alleanza rosso-verde mentre +Europa resta al di sotto della soglia di sbarramento del 3% e la formazione Impegno Civico del ministro Di Maio prende solo poche decine di voti.
Risultato agrodolce per il Movimento 5 Stelle che naturalmente più che dimezza i voti del 2018 (era al 24,2%) ma con il 10,34% ottenuto in questa tornata resta sui livelli delle Europee. Mentre il Terzo Polo targato Calenda-Renzi debutta con un risultato incoraggiante, visto che supera la quota del 10% e ottiene a Prato il miglior risultato tra i territori dei collegi.
DEFINITIVI PRATO SENATO
DEFINITIVI PRATO CAMERA
 

Data della notizia:  26.09.2022 h 07:51

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.