04.10.2021 h 18:18 commenti

Edoardo Prestanti confermato sindaco di Carmignano con oltre il 70%

Un plebiscito per il sindaco uscente che migliora di quasi 1.300 voti il risultato di cinque anni fa. Secondo il Centrodestra con Angela Castiello con poco più del 19% mentre Belinda Guazzini e la sua lista civica non arrivano neanche al 10%. Il sindaco: “Ha vinto una politica mia arrogante che affronta i problemi con umiltà, con la gentilezza delle idee e con l’onestà del lavoro”
Edoardo Prestanti confermato sindaco di Carmignano con oltre il 70%
Con il 71,59% dei voti, Edoardo Prestanti del Pd si conferma sindaco di Carmignano. Un risultato straordinario, oltre le aspettative e comunque ven al sopra dell’esito delle urne di cinque anni fa quando Prestanti ottenne poco meno del 52%, pari a 2804 voti. Stavolta il sindaco uscente ne ha totalizzati circa 1.300 in più e precisamente 4.109. Un voto, quindi, che si traduce in giudizio positivo sul governo del territorio di questi cinque anni. Il sindaco però, non ha potuto festeggiare con la sua squadra e con i suoi sostenitori questo plebiscito perché ancora sottoposto ad accertamenti dopo il malore registrato venerdì scorso. La sua assenza si è fatta sentire ed è stata una festa a metà ma il suo nome è stato gridato a gran voce nella consueta foto di gruppo fatta al termine dello scrutinio di tutte e 16 le sezioni. La sua dichiarazione si è fatta attendere, data la situazione, ma poi è arrivata. È la promessa di continuare sulla strada tracciata realizzando quanto promesso. La vittoria è dedicata al padre scomparso e alla moglie: “Il risultato e la maggioranza popolare larga di ieri premia una politica mai gridata e mai arrogante, che affronta i problemi con umiltà, con la gentilezza delle idee e con l’onestà del lavoro. È con questa impostazione che ci apprestiamo a governare anche per i prossimi 5 anni. Lo faremo con maggior impegno per affrontare quei punti programmatici eredità dei 5 anni passati e che abbiamo individuato con i cittadini nel percorso partecipato iniziato a giugno per costruire la Carmignano di domani. Un grande grazie a tutta la cittadinanza che c’ha appoggiato in questa missione e a tutte quelle donne e quell’uomini che gratuitamente, in prima linea e con spirito di servizio si sono spesi per la nostra causa. Dedico la vittoria a mio babbo perché gli ho sottratto troppo tempo in questi anni e a mia moglie per la stessa motivazione, ma con la promessa che adesso non sarà più così”.
Secondo posto, con il 19,23%, Angela Castiello del Centrodestra, comunque soddisfatta per aver riportato la coalizione ad avere 4 consiglieri dai due del precedente mandato, ma va detto che la coalizione perde sul campo oltre 150 voti rispetto alle precedenti amministrative e ben 1.733 rispetto alle regionali 2020. In attesa dei risultati, l'assenza dei rappresentanti provinciali dei tre partiti, fatta eccezione per Gabriele Borchi, coordinatore provinciale vicario di Forza Italia, ha fatto subito percepire che la battaglia per il centrodestra era già considerata persa."Abbiamo retto nonostante la mancanza di un'opposizione per cinque anni, un solo mese di campagna elettorale e il fuoco amico di chi puntava a una propria candidatura o lista. Ripartiamo da qui costruire quei famosi stati generali del centrodestra insieme agli alleati". Castiello motiva così la sconfitta: "Il poco tempo a disposizione non ha giocato a mio favore. - afferma Castiello - Non essendo di Carmignano avevo bisogno di più tempo per farmi conoscere. Comunque annuncio già da ora che la mia sarà un'opposizione durissima". Nonostante la sconfitta della coalizione, Fratelli d’Italia ottiene il suo risultato portando in Consiglio ben tre dei quattro posti assegnati (la quarta è Castiello).

Terzo posto con neanche il 10% (il 9,18%) per Belinda Guazzini, ex presidente del Consiglio comunale alla guida di una lista civica appoggiata esternamente da Iv, azione e +Europa. La sua sfida a Prestanti non ha fatto presa sull’elettorato. È l’unica della sua lista ad entrare in Consiglio. Lei si dichiara comunque soddisfatta e pronta a continuare: "E' un progetto nuovo, siamo cittadini semplici che si impegnano per il territorio. Siamo un germoglio, cresceremo".

Il segretario del Partito democratico di Carmignano e fratello del sindaco, Giosuè Prestanti, sottolinea il grande risultato ottenuto dal partito a cui appartengono la quasi totalità degli eletti: "Gli elettori hanno premiato il buon governo e il Pd ha dimostrato di essere radicato sul territorio e di essere capace di un risultato ben oltre le aspettative. Quanto ai nostri avversari penso che Guazzini abbia commesso un grave errore, quello della mancanza di coerenza: non si può stare quasi cinque anni in maggioranza e poi uscire 6 mesi prima delle elezioni per fare opposizione. Per il centrodestra invece è la mancanza di conoscenza del territorio. E' insostenibile arrivare qui a due mesi dal voto e candidarsi".
L'affluenza è stata appena più alta delle precedenti elezioni comunali, il 52,57%.

Il risultato bulgaro di Prestanti ha la sua punta più alta nella sezione 11, Seano zona Casa Rossa Ficarello, dove il sindaco ottiene l'80,24% dei voti. Seguono la 16, sempre Seano, con il 78,33%, la 6, Comeana, con il 75,03% e la 10, Seano, con il 75,91%. Il risultato più basso è alla sezione 14, Artimino, con il 62%, ma quasi doppio rispetto al primo mandato in termini di voti assoluti. 
CURIOSITA'
La sezione 1 era quella a cui erano state assegnate le schede degli elettori contagiati dal Covid. Si è trattato di una manciata di votanti. Le schede sono state inserite nell'urna insieme alle altre per non renderle riconoscibili. Di conseguenza gli scrutatori e il presidente di seggio si sono dovuti proteggere completamente con adeguati Dpi per effettuare lo spoglio. 
(e.b.)
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  04.10.2021 h 18:18

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.