16.02.2022 h 10:18 commenti

Ecografia in 3D per genitori non vedenti, l'idea è di un fisioterapista pratese

Il sistema prevede di stampare una piccola scultura in materiale biologico che riproduce i tratti del nascituro e consente a mamma e babbo di scoprirli attraverso il tatto
Ecografia in 3D per genitori non vedenti, l'idea è di un fisioterapista pratese
La nuova frontiera per l'ecografia prenatale è la stampa in 3D, una vera e propria scultura che riproduce il viso del bambino. L'idea è di Cristian Brunetti, fisioterapista pratese ipovedente, che  insieme alla sua compagna Martina Riginella, ha  pensato a tutti i genitori che non potendo vedere le immagini sul monitor o sulla chiavetta, perdono un momento importante nel cammino genitoriale. "Tante volte ho sentito dire da amici e conoscenti- spiega  Brunetti - che il bambino in pancia aveva il naso piccolo, gli zigomi sporgenti, insomma una serie di piccoli particolari che lo rendevano somigliante al padre e alla madre, ma per me come per tanti, questa gioia era negata, così ho pensato di stampare l'ecografia in 3D, in modo che percorrendo i contorno con le dita anche chi non ci vede potesse immaginarsi il viso, o un particolare del figlio". 
Un progetto nato 20 giorni fa che ha già passato i confini non solo provinciali, ma anche nazionali. "Una procedura molto semplice precisa Riginella - basta chiedere al ginecologo di salvare l'immagine nel formato STL,  che poi  verrà caricato sul sito  per essere stampato e poi spedito in tutto il mondo". Una piccola scultura  realizzata con materiale biologico, che riproduce in modo fedele l'immagine dell'ecografia. "Si possono stampare il viso, un piedino una manina- continua Brunetti  - basta che sia un particolare. L'intero feto nel passaggio dall'immagine alla scultura perde di qualità e i particolari si perdono". 
La stampa  è affidata a un'azienda pratese e a una fiorentina, avviene in tre giorni, a cui vanno aggiunti quelli per la spedizione. Il ritratto in tre D del nascituro resta per sempre, niente smagnetizzazione, e come una qualsiasi foto può essere esposto tra i ricordi di famiglia. 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  16.02.2022 h 10:18

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.