20.11.2019 h 13:43 commenti

Duemila euro per restituire la macchina rubata ma il proprietario avverte la polizia, un arresto

La polizia si è presentata all'appuntamento e ha trovato i due estorsori: uno è finito in manette e l'altro è riuscito ad allontanarsi a bordo di un'auto ma nella concitata manovra ha investito un agente. E' successo ieri sera in via Siena
Duemila euro per restituire la macchina rubata ma il proprietario avverte la polizia, un arresto
Hanno dato appuntamento ad un cinese per restituirgli la macchina rubata e avere in cambio duemila euro, ma ad attenderli hanno trovato la polizia. Due gli estorsori: uno è stato arrestato, l'altro è riuscito a fuggire al volante di una macchina e nella manovra ha investito un agente e danneggiato un'auto di servizio. E' successo nella serata di ieri, martedì 19 novembre, in via Siena. In manette è finito un cinese di 27 anni, pregiudicato; per lui l'accusa è tentata estorsione. Secondo la ricostruzione dei fatti, il proprietario dell'auto, rubata la notte precedente in via Marconi, ha ricevuto su una chat il messaggio di un connazionale che gli chiedeva duemila euro in contanti per la restituzione. La trattativa si è conclusa con un appuntamento in via Siena ma la vittima del furto ha avvertito la polizia. Gli uomini della squadra mobile sono arrivati, hanno visto l'auto rubata e due cinesi: uno in strada e l'altro al volante di una seconda macchina. Il primo è stato subito fermato, mentre l'altro ha fatto in tempo a ingranare la marcia per allontanarsi e nella concitazione del momento è finito contro un'auto della polizia investendo e ferendo un agente. Le ricerche dell'uomo sono in corso. L'arrestato dovrà rispondere anche di ricettazione e danneggiamento dei beni dello Stato.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  20.11.2019 h 13:43

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.