07.03.2018 h 11:30 commenti

Due richieste di rinvio a giudizio per la tragica morte della piccola Linda

La bambina era rimasta coinvolta lo scorso 15 luglio in un incidente mentre era in auto con la madre sulla bretella Viareggio-Lucca. Per la procura ci sarebbero responsabilità da parte di due automobilisti, scagionata la mamma
Due richieste di rinvio a giudizio per la tragica morte della piccola Linda
Due richieste di rinvio a giudizio per la tragica morte di Linda Pastacaldi, la bambina pratese di 8 anni vittima lo scorso 15 luglio di un terribile incidente mentre viaggiava in auto con la sua mamma sulla bretella Viareggio-Lucca.
A fare le richieste al gip sono stati il procuratore capo di Lucca Pietro Suchan e il sostituto procuratore Piero Capizzoto che ipotizzano il reato di  omicidio colposo e lesioni colpose per un 38enne di Buggiano (Pistoia) che era alla guida del Renault Kangoo che tamponò la Mini One dove viaggiavano madre e figlia; e la violazione delle normative del codice della strada per un uomo di 48 anni di Torino, che aveva lasciato la sua auto ferma nella corsia di marcia. Secondo quanto ricostruito dalla procura, il 48enne aveva avuto un colpo di sonno ed era andato a urtare il guard rail. Un urto lieve, ma invece di spostare l'auto in maniera rapida, anche in considerazione che in quel tratto non c'è corsia di emergenza, l'avrebbe lasciata a lungo a occupare la carreggiata, innescando poi la tragica carambola.
Secondo quanto riportato oggi da La Nazione, gli accertamenti della procura hanno invece evidenziato che la donna non era al telefono, per cui sono cadute tutte le accuse a suo carico. 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  07.03.2018 h 11:30

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.