06.02.2019 h 14:25 commenti

Droga e mal frequentazioni, la questura chiude per un mese un circolo ricreativo a Maliseti

Il provvedimento scatta il giorno dopo l'arresto del gestore, sorpreso con della ketamina. La questura ha accelerato il procedimento considerato l'inizio dei festeggiamenti per il Capodanno cinese, usati come scusa per abusare di droga e alcol
Droga e mal frequentazioni, la questura chiude per un mese un circolo ricreativo a Maliseti
La polizia ha chiuso per ben 30 giorni il circolo ricreativo gestito da cinesi in via Saccenti a Maliseti dove ieri il responsabile del locale è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente (LEGGI).
La serrata è stata imposta dal questore in base all'articolo 100 del Tulps con sospensione dell'autorizzazione comunale per la somministrazione di alimenti e bevande ai soci. La questura specifica che la misura è stata adottata con "finalità cautelare e non sanzionatoria". Oltre all'arresto del gestore, è stata riscontrata l'abituale presenza di soggetti, per lo più cinesi, con precedenti di polizia per droga, spesso protagonisti di comportamenti sopra i limiti ritenuti un pericolo per l'incolumità degli avventori del locale e dei residenti della zona. L'inizio del Capodanno cinese ha indotto gli uffici della questura ad accelerare il procedimento amministrativo di chiusura dato che i festeggiamenti dureranno un mese e che  - spiega la questura - "sono stati invocati come "scusante" per il consumo di droga da un avventore sanzionato per il relativo consumo". 
Il locale non è nuovo a questo tipo di provvedimenti. 
 

Data della notizia:  06.02.2019 h 14:25

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.