10.03.2018 h 18:11 commenti

Doppio appuntamento alla Sala Banti: stasera c'è “Eva, diario di una costola”, domani "K Come Kosimo"

La stagione teatrale e quella per i ragazzi propongono due spettacoli ispirati rispettivamente da un racconto di Mark Twain e da "Il barone rampante" di Italo Calvino
Doppio appuntamento alla Sala Banti: stasera c'è “Eva, diario di una costola”, domani "K Come Kosimo"
Accettare le regole o trasgredirle? Dopo l'8 marzo a Montemurlo si continua a riflettere e a sorridere sull'universo femminile e su quella “scelta” che ha segnato il destino dell'umanità grazie allo spettacolo “Eva, diario di una costola” con Rita Pelusion in scena stasera sabato 10 marzo alle 21,15 al teatro della Sala Banti (piazza della Libertà- Montemurlo). Lo spettacolo fa parte della stagione teatrale 2017-18 promossa dal Comune di Montemurlo con Fondazione Toscana Spettacolo
Dopo il successo di “Suonata” e “Pianto tutto” Rita Pelusio torna in scena per dare vita a una figura curiosa e ribelle che si affaccia al mondo con uno sguardo ancora puro. Ispirata al "Diario di Eva" di Mark Twain (1906), Eva è un clown, una figura molto lontana dall’immagine della bella, bionda e ingenua alla quale l’iconografia classica della donna ci ha abituati.
Sempre alla sala Banti di Montemurlo, ma domani domenica 11 marzo, la stagione teatrale dedicata a bambini e ragazzi “Ci vediamo a teatro!” propone alle ore 16.30 il penultimo spettacolo in cartellone: "K Come Kosimo", omaggio a "Il barone rampante" di Italo Calvino. 
Ancora uno spettacolo ispirato allo scrittore italiano, che racconta la storia di un bambino dispettoso che si ribella ai genitori, segnando così il destino speciale di tutta la sua vita. Attraverso gli occhi di Cosimo, che si rifugia su un albero per non scenderne mai più, guardiamo il mondo da una nuova prospettiva, e assistiamo alle avventure di un ragazzo che difende sempre con amore la sua idea.
 
Edizioni locali collegate:  Montemurlo

Data della notizia:  10.03.2018 h 18:11

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.