05.01.2014 h 12:07 commenti

Doppia fila al centro Giovannini per una giovane incinta al quinto mese

Doveva consegnare un campione biologico ma, dopo aver atteso il suo turno, l'operatrice l'ha costretta a riprendere il numerino per rimettersi in coda nella corsia "preferenziale"
Doppia fila al centro Giovannini per una giovane incinta al quinto mese
Una giovane pratese, al quinto mese di gravidanza, è stata costretta a fare una doppia fila per consegnare un campione di materiale biologico al centro sociosanitario Giovannini. Il tutto con l'incredibile motivazione che, essendo incinta, doveva usare "per forza" la corsia preferenziale. E' accaduto venerdì mattina, 3 gennaio, ed è il fidanzato della ragazza a raccontare a Notizie di Prato questa che, a prima vista, sembra davvero una degenerazione della burocrazia.
"Venerdì mattina - racconta - mi sono recato insieme alla mia fidanzata al Giovannini per consegnare il materiale biologico per gli esami di routine in corso di gravidanza. Nonostante avremmo potuto usufruire della corsia preferenziale per donne in gravidanza, abbiamo fatto la fila normalmente, anche perché non c'erano molte persone. Dopo circa 20 minuti, quando è stato il nostro turno, ci siamo presentati allo sportello ma l'operatrice non ha accettato il campione e ci ha mandato alla corsia preferenziale. Così siamo stati costretti a riprendere il numerino e attendere un altro quarto d'ora prima che toccasse a noi".
Il risultato è stato che la giovane, nonostante lo stato di gravidanza, ha fatto due file per un totale di 35 minuti, invece che una sola per metà del tempo. "Ma la corsia preferenziale - commenta il fidanzato della giovane - non sarebbe proprio per non fare attendere le donne in gravidanza? Una donna incinta ha già fatto la fila, non approfittando di un diritto, e la mandi a rifare la fila? E' il colmo!".
Tra l'altro le due operatrici, quella della fila "normale" e quella della "preferenziale" erano una accanto all'altra. Non solo:  "La consegna di questi campioni di donne gravide - prosegue il giovane - non deve essere necessariamente fatta all'operatrice della corsia preferenziale poiché le precedenti volte sono andato senza la mia fidanzata e ovviamente ho fatto la fila normale e consegnato ad una operatrice qualunque".
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  05.01.2014 h 12:07

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.

 
 
 
 

Dossier