30.06.2022 h 18:44 commenti

Diana Toccafondi è la nuova presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Prato

L'ex soprintendente è stata eletta all'unanimità. Al suo fianco un'altra donna, l'imprenditrice Raffaella Pinori
Diana Toccafondi è la nuova presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Prato
È l'ex soprintendente e archivista Diana Toccafondi la nuova presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Prato. Toccafondi, che è chiamata a guidare la Fondazione per i quattro prossimi esercizi di bilancio, è stata eletta all’unanimità oggi pomeriggio, 30 giugno, dal nuovo Consiglio di Indirizzo nella sua seduta di insediamento. E' stata la più votata dall'assemblea dei soci con un bel testa a testa finale con l'imprenditore Riccardo Marini.
Vicepresidente è un'altra donna, l’imprenditrice Raffaella Pinori, mentre il ruolo di consigliere vicario viene affidato a Massimo Mancini. Per entrambi il voto è stato unanime.
Vertice al femminile, dunque, per la Fondazione pratese, unica in Toscana in questo momento con una donna alla guida. Non è la prima volta che accade per l'ente pratese, guidato due mandati fa dall'imprenditrice Fabia Romagnoli.
Diana Toccafondi, che è anche presidente della Commissione per l’edizione nazionale delle opere di Giorgio La Pira, ha fatto proprie le parole del sindaco-santo per ringraziare il consiglio dopo l’elezione. “Chiunque prenda in carico oggi una responsabilità nei confronti della comunità non può che ripensare alla lezione di La Pira, al suo senso di  ‘bene comune’  - ha affermato la neo presidente -  Il bene comune, ripeteva La Pira, non è la ricerca di sé ma un grandissimo impegno che richiede sacrificio e servizio e molta verità, che significa dire le cose come sono, senza timore, senza mangiarsi vivi l’un l’altro: fare il bene e basta, perché siamo tutti anelli di un’unica catena, tutti legati insieme, tutti con un destino comune“. Toccafondi si è detta certa che “non mancherà l’apporto generoso di ciascun consigliere e delle grandi competenze che il Consiglio esprime al più alto livello”.
Pinori ha aggiunto: "Sono onorata della fiducia che mi viene accordata con questo incarico di vicepresidente. La Fondazione costituisce per tante realtà del territorio un riferimento importante: farne parte attiva è un impegno che merita le migliori energie di tutti noi."
 L'elezione di Toccafondi è nel segno della continuità con i vertici uscenti perché l'archivista sedeva già nel precedente consiglio che ha siglato la riforma dello statuto. Riforma che ha perso di rinnovare i vertici alla terza votazione dell'assemblea dei soci grazie all'abbassamento del quorum. La rottura sta nella prassi che fino a oggi voleva presidente della fondazione un rappresentante del mondo imprenditoriale. 
Attualmente il Consiglio di Indirizzo è composto da 15 membri. Mercoledì 22 giugno l’assemblea dei soci della Fondazione aveva eletto sette componenti di sua competenza (ne resta da eleggere ancora uno): Diana Marta Toccafondi, Riccardo Marini, Massimo Roberto Mancini, Ambra Giorgi, Raffaella Pinori, Luca Roti e Alessandro Pieraccini.  Gli altri otto componenti del CdI sono stati indicati da enti e associazioni: Simone Faggi (Comune di Prato), Monica Carfagni (Università di Firenze), Emanuele Ibba (Provincia di Prato), Leandro Vannucci (Categorie economiche), Renza Sanesi (Diocesi di Prato), Francesco De Luca (Camera di Commercio), Alessandra Rosati (Ordini professionali), Marco Ciatti (Enti culturali).
Il consiglio di indirizzo nel corso della prossima seduta, che si terrà il 15 luglio, procederà alla nomina dei sei componenti del Consiglio di Amministrazione (che sarà presieduto dalla stessa presidente) e del Collegio dei Revisori.
 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  30.06.2022 h 18:44

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.