13.02.2019 h 19:46 commenti

Demolizione Misericordia e Dolce, il Tar nega la sospensiva al raggruppamento escluso

I giudici amministrativi entreranno nel merito della questione nell'udienza del 10 aprile. Vittoria parziale per l'Asl che a questo punto può andare avanti con l'aggiudicazione dei lavori ai secondi classificati
Demolizione Misericordia e Dolce, il Tar nega la sospensiva al raggruppamento escluso
Dalle aule del Tar arrivano buone notizie per l'abbattimento del Misericordia e dolce in tempi stretti. Oggi, 13 febbraio, il giudice amministrativo ha respinto la richiesta di sospensiva della gara d'appalto presentata dal raggruppamento primo classificato a cui l'Asl Toscana Centro ha revocato l'aggiudicazione provvisoria per una dichiarazione mendace su un subappaltatore.
Il Tar non ritiene ci siano i presupposti per sospendere l'affidamento al secondo classificato, la Del Debbio di Lucca, e ha anche anticipato il giudizio di merito al 10 aprile. I ricorrenti, cioè il raggruppamento d'impresa capeggiato da Daf costruzioni di Milano, sono stati condannati anche al pagamento delle spese legali.
Negata anche la richiesta di sospendere l'incameramento della cauzione da parte dell'Asl dopo l'esclusione dalla gara, che ammonta a circa 130mila euro. 
Per l'Asl Toscana Centro è una vittoria, seppur parziale. L'ultimo round sarà il 10 aprile ma intanto la gara non è bloccata. Questo significa che l'azienda sanitaria può procedere con l'aggiudicazione alla seconda classificata. E' ancora in corso il controllo d'ufficio su documenti e dichiarazioni. Se darà esito positivo l'aggiudicazione alla Del Debbio potrà diventare definitiva e l'azienda di Lucca potrà aprire il cantiere. 
A questo punto ha i giorni contati la super pinza per l'abbattimento selettivo portata dalla Daf costruzioni nel periodo natalizio con tanto di trasporto eccezionale. Presto lascerà la città. Del Debbio ha una strumentazione analoga ma più piccola. Non appena avrà in mano l'aggiudicazione definitiva potrà procedere ad allestire il cantiere che richiederà qualche settimana. Nel frattempo arriverà il 10 aprile e la sentenza di merito sul ricorso ma la negazione della sospensiva, fa bene sperare sia l'Asl Toscana Centro che la Del Debbio. 
E.B.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  13.02.2019 h 19:46

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.