26.10.2021 h 12:24 commenti

David Riondino fa una "Fermata provvisoria" al Teatro Politeama

L'attore fiorentino domani sera protagonista del secondo appuntamento della rassegna Toscanacc* con il suo spettacolo
David Riondino fa una "Fermata provvisoria" al Teatro Politeama
Nel suo cassetto dei ricordi il Politeama ha un posto speciale. Era il 2002, a cavallo delle feste di Natale: fu un successo la "Cantata dei pastori immobili", commissionata a David Riondino con tutto il gruppo formato da Stefano Bollani, Petra Magoni, Monica Demuru, Paolo Benvegnù e Mauro Mengali.
Quasi vent’anni dopo Riondino si ripropone al pubblico del Politeama con un nuovo recital dal titolo "Fermata provvisoria", domani mercoledì 27 ottobre alle 21. Una chitarra, una sedia e un leggio: tre ingredienti per una formula essenziale e vincente che serve a riannodare fili di storie in luoghi e tempi diversi. Fermata provvisoria rappresenta il secondo appuntamento della rassegna Toscanacc*, una delle novità della stagione 2021-2022 del Politeama con sei spettacoli da non perdere in programma fra ottobre e febbraio: dopo il successo della serata con Maria Cassi, sarà dunque il turno di David Riondino nel segno di quella comicità intelligente della toscanità che poi è il filo conduttore di tutta la rassegna.
«Non potevano mancare le canzoni di impegno civile di Davide Riondino che, con le sue ballate tragicomiche, ci aiuta a comprendere meglio la nostra condizione difficile e ricca di spunti su cui poter sorridere», sottolinea la presidente del Teatro Politeama Pratese Beatrice Magnolfi. In questo recital Riondino raccoglie il suo repertorio di narratore, cantautore e autore, costruito con il materiale tratto dalle sue apparizioni in tv, in radio e dalle pubblicazioni editoriali e musicali. Le parole si legano alle musica per ricostruire sotto forma di ballate, poemetti e aneddoti la storia degli eventi grandi e piccoli, pubblici e privati, che hanno segnato uno spartiacque fra la fine di un secolo e l’inizio di quello nuovo. Canti e versi per rappresentare lo spirito dei nostri tempi, racchiuso nel titolo Fermata provvisoria che diventa così metafora del continuo smarrimento al quale siamo sottoposti continuamente.
Un lavoro comico che trova applausi e ilarità sulla base di una ricerca storica e letteraria, in una continua attività di reinvenzione e riscrittura.
Dopo Riondino, sarà la volta del duo formato da Katia Beni e Anna Meacci, protagoniste dello spettacolo The best of in scena mercoledì 3 novembre, sempre alle 21. 
Lo spettacolo si svolgerà nel rispetto delle norme anti-Covid con obbligo del green pass all’ingresso del teatro. Il costo del biglietto è di 20 euro per il posto unico in platea.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  26.10.2021 h 12:24

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.