02.08.2021 h 15:21 commenti

'Da Porto a Porto', conto alla rovescia per la quarta edizione: in 60 in acqua il 9 agosto

Partenza da Porto Ercole e arrivo a Porto Santo Stefano. 22 chilometri di solidarietà per una sfida ricca di emozioni e partecipanti eccellenti. L'iniziativa è organizzata dall'Associazione Tumori Toscana. Obiettivo: aiutare i pazienti oncologici e le loro famiglie
'Da Porto a Porto', conto alla rovescia per la quarta edizione: in 60 in acqua il 9 agosto
Presentata oggi, lunedì 2 agosto, la nuova edizione di 'Da Porto a Porto', la nuotata in mare non competitiva di 22 chilometri, organizzata dalll’Associazione Tumori Toscana e ideata da Lorenzo Massai con il supporto della Polisportiva Amatori Prato e della Associazione Amici del Guzzo.
L'iniziativa, arrivata alla quarta edizione, è in programma il 9 agosto a Monte Argentario. Partenza da Porto Ercole e arrivo a Porto Santo Stefano.
Sessanta i partecipanti dell'edizione 2021 tra i quali non mancano nomi di spicco: Gaia Naldini, ex nazionale medaglia d’oro a squadre a Perth, e Alexander Placheta, ex nazionale austriaco che gareggerà in staffetta con altri tre connazionali. Menzione a parte per Claudio Calabresi, atleta della Polisportiva Amatori Prato, l’unico nuotatore ad aver partecipato e concluso con successo tutte le precedenti edizioni della 'Da Porto a Porto' come singolarista. Tanti i nomi illustri che daranno il loro sostegno ai partecipanti: da Pamela Villoresi, madrina della manifestazione, al campioni di ciclismo Mario Cipollini.
L'evento è stato presentato a Prato, in Palazzo comunale; presenti il sindaco Biffoni e l'assessore allo Sport Vannucci. Il Comune di Prato ha dato il patrocinio a 'Da Porto a Porto', così come hanno fatto Regione Toscana, Comune di Monte Argentario, Federazione Italiana Nuoto Comitato Regionale Toscano, Uisp Comitato Toscana Nuoto, Croce Rossa Italiana Comitato della Costa d’Argento, Scuola Italiana Cani Salvamento.
Molto soddisfatto Lorenzo Massai: “La Da Porto a Porto torna quest’anno con un significato ancora più forte. Dopo questi lunghi mesi di sofferenza, di paura e di isolamento a causa del Covid ci ritroviamo insieme con la voglia di ripartire più forti e più motivati di prima.
Durante la pandemia è emersa l’importanza di valori peculiari dello sport quali lo spirito di squadra, la resistenza, il sacrificio per superare questo periodo di crisi e fare fronte comune per guardare con fiducia al futuro e alla conquista di nuovi obiettivi. Il senso della nostra manifestazione è proprio quello di mettere lo sport al servizio di una causa importante come quella dei malati di tumore curati a domicilio, e lo facciamo con la passione e con il sorriso, spinti dalla voglia di dare una mano concreta a chi ha davvero bisogno di aiuto.
Fino ad ora sono stati raccolti oltre 130.000 euro che hanno permesso di aiutare i malati oncologici e di finanziare importanti progetti, fra cui l’acquisto di un furgone attrezzato per la consegna a domicilio dei presidi sanitari e l’inserimento di un nuovo medico per tre anni”.


 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  02.08.2021 h 15:21

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.