18.06.2017 h 19:26 commenti

Cuore, fegato e polmoni buttati in un sacco nero lungo la pista ciclabile. Potrebbero essere umani

La scoperta è stata fatta nel pomeriggio di oggi da un passante allarmato dal cattivo odore. Sul posto la municipale che ha informato la procura e provveduto a inviare tutto ad anatomia patologica
Cuore, fegato e polmoni buttati in un sacco nero lungo la pista ciclabile. Potrebbero essere umani
Inquietante scoperta questo pomeriggio lungo la pista ciclabile all'altezza di via Amendola. In un sacco nero sono stati trovati un cuore, un fegato e un polmone di grosse dimensioni. Potreebbero essere anche di origine umana. Sarà il laboratorio di anatomia patologica a stabilirlo. La polizia municipale ha avvertito la procura di Prato. A dare l'allarme è stato oggi pomeriggio, domenica 18 giugno, un cittadino che camminava lungo la pista con il proprio cane. Attorno alle 16.30 l'uomo ha sentito del cattivo odore provenire da un sacco nero appoggiato a un albero. Anche il cane ha fiutato qualcosa di strano. L'uomo ha aperto il sacco e quando ha visto il materiale organico in stato di decomposizione ha subito chiamato la polizia municipale. E' probabile che gli organi siano di origine animale ma per fugare ogni legittimo dubbio si attende il responso scientifico dei tecnici di anatomia patologica. 
Lo stato di decomposizione del materiale biologico non dice molto su quando il sacco è stato abbandonato a causa delle alte temperature di questi giorni che sicuramente accelerano questo processo. 
E.B.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  18.06.2017 h 19:26

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.