16.08.2021 h 10:24 commenti

Croce d'oro: la cura sui conti funziona e il pareggio di bilancio si avvicina

Il consuntivo 2020 registra un taglio delle perdite di oltre il 60% che fa pregustare il raggiungimento del pareggio per i conti 2021
Croce d'oro: la cura sui conti funziona e il pareggio di bilancio si avvicina
Per la Croce d’Oro di Prato si affaccia all'orizzonte il pareggio di bilancio al termine di un lungo periodo di difficoltà che ha portato l'associazione di via Niccoli a richiedere e ottenere la procedura di sovraindebitamento. Il peggio, dopo anche la fine del processo contro tre ex dipendenti condannati con l'accusa di essersi intascati i soldi della onlus (leggi), è alle spalle. L’esercizio finanziario 2020, approvato all’unanimità, si chiude sì con una perdita di 90mila euro ma questa cifra rappresenta una riduzione del 62% rispetto alle perdite dell'anno precedente. Un taglio netto che permette all'associazione di puntare con fiducia al pareggio di bilancio per i conti del 2021.
"Tutto merito di un accurato e responsabile lavoro di controllo delle spese sostenute dall’associazione. - si legge in un comunicato diffuso dall'associazione - E pure dei risultati positivi raggiunti dal settore delle onoranze funebri anche grazie alla collaborazione e alla professionalità della ditta Ciarnese, con cui è stata rinnovata la partnership". I servizi per conto delle istituzioni sono aumentati e il personale è rimasto lo stesso. Oltre all’emergenza medica, vengono svolti servizi sociali, di trasporto, al cittadino, supporto di protezione civile e in collaborazione con l’Anpas viene garantita l'apertura dell’hub vaccinale del Pellegrinaio Novo.
La dirigenza della Croce d’Oro nell’esprimere “soddisfazione” per i risultati ottenuti con l’approvazione del bilancio 2020, “ringrazia tutti i dipendenti e i volontari per l'attività svolta e la disponibilità mostrata verso l’associazione”.
“I risultati raggiunti in bilancio ci danno ancora più carica ad andare avanti sempre con maggiore convinzione per il bene dell’associazione – commentano il presidente e il vice della Croce d’Oro di Prato, Alessandro Coveri e Paolo Moscardi -. La previsione per il 2021 è quella di arrivare a un sostanziale pareggio di bilancio, se non addirittura di chiudere con un piccolo utile. Adesso, contando pure sempre sul sostegno della cittadinanza, vorremmo riuscire ad andare avanti con l’acquisto di nuovi mezzi”.
A tal proposito l'associazione ricorda che va avanti la raccolta fondi aperta alla cittadinanza, alle imprese e alle associazioni, per l’acquisto di una nuova ambulanza da intitolare alla memoria di due storici dipendenti/volontari dell’associazione: Alessandro Donati e Andrea Cati, scomparsi durante la pandemia. Il conto corrente dedicato è aperto al Banco Bpm. Questo l’Iban per le donazioni: IT91 N 05034 21566 0000 0000 1706, con la causale ‘Acquisto ambulanza Croce d’Oro’.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  16.08.2021 h 10:24

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.