20.04.2019 h 11:19 commenti

Creaf, Spada: "Pozzo senza fondo, manuale di cattiva amministrazione e si spendono altri soldi pubblici"

Il candidato sindaco del centrodestra critica la scelta della Regione Toscana di acquistare l'immobile e quella del Comune di prenderne una parte in affitto per trasferire gli archivi. "Con noi lo sperpero di denaro non si ripeterà: daremo gambe a progetti veramente innovativi e attrattivi"
Creaf, Spada: "Pozzo senza fondo, manuale di cattiva amministrazione e si spendono altri soldi pubblici"
“Un manuale di cattiva amministrazione, un esempio lampante di pessima gestione dei soldi pubblici: questo è il Creaf, un pozzo senza fondo che in quindici anni ha inghiottito circa 22 milioni di euro senza risultati e che altri 5 milioni 700mila euro inghiottirà per gentile concessione della Regione. Tutti soldi dei cittadini che avrebbero potuto avere una destinazione diversa e più utile per Prato e per i pratesi”. Il candidato sindaco del centrodestra Daniele Spada interviene sul Centro di ricerca e alta formazione il cui immobile in via Galcianese è stato acquistato nei giorni scorsi dalla Regione Toscana attraverso la società Sviluppo Toscana (leggi). Una scelta aspramente criticata da Spada che punta sullo spreco di denaro pubblico: “Ieri come oggi le amministrazioni di sinistra decidono di buttare via milioni di euro senza uno straccio di programmazione – il suo commento – dopo anni di sprechi e promesse mancate c'è una ragione che sia una per cui i cittadini di Prato dovrebbero credere agli annunci sul futuro del Creaf, oppure accontentarsi di un risparmio di cinquemila euro all'anno che il Comune otterrà trasferendo in via Galcianese i suoi archivi? Facendo due calcoli ci vorranno 4.400 anni per fare pari con quanto è stato gettato al vento. Dopo la sciagurata serie di errori e l'enorme spreco di denaro pubblico, che con noi alla guida del Comune non si ripeterà, abbiamo il dovere di fare quel che le amministrazioni di centrosinistra non hanno fatto: dare gambe a progetti veramente innovativi e attrattivi come un centro di alta formazione nel settore tessile e dell'abbigliamento e un polo di sviluppo per le start up attive nell'economia circolare”. 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  20.04.2019 h 11:19

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.