10.11.2015 h 11:35 commenti

Cori gospel e tifo da stadio per dare il benvenuto a Papa Francesco: "Gli dedicheremo un gol"

Ad accogliere il pontefice centinaia di bambini delle scuole e delle giovanili del Prato Calcio, emozionati e commossi. Paolo Toccafondi regala una maglia personalizzata contrassegnata dal numero 10.
Ascolta i commenti dei bambini sulla visita del Papa
"Sabato dedicheremo un gol a Papa Francesco e diremo una preghiera prima di entrare in campo". L'impegno viene preso dai bambini delle giovanili del AC Prato che sugli spalti dello stadio Lungobisenzio hanno dato il benvenuto e poi il saluto al pontefice assieme a una delegazione di 500 alunni delle scuole pratesi. Visibilmente emozionati e quasi in fibrillazione, quando il pontefice, con un fuori programma, si è avvicinato alla tribuna a bordo della papamobile e l'ha percorsa fino in fono, i ragazzi sono corsi alla balaustra per poterlo vedere più da vicino. Un'onda di gioia che si è placata e ammutolita quando si è trovata davanti l'uomo vestito di bianco dal sorriso sereno e affettuoso che li ha salutati e benedetti. Quasi rapiti i ragazzi ricambiano in silenzio e scattano mille foto emozionatissimi. La colonna sonora di questi minuti di "grazia" sono stati i cori gospel degli alunni delle scuole che a tempo hanno intonato "Pa pa pa Papa Francesco"guidati magistralmente da Patrizia Calussi. Dalla commozione qualche bimbo non è riuscito nemmeno a cantare.

Euforici ma composti, gli alunni e i piccoli calciatori del Prato hanno atteso il ritorno del pontefice per l'ultimo saluto prima della ripartenza. Francesco non li ha delusi e poco prima di salire sull'elicottero dell'Areonautica militare, dopo aver salutato le autorità, si è voltato nuovamente verso la tribuna per salutare con la mano. "E' la persona più importante del mondo - dichiara con grande serietà un bimbo delle scuole ai microfoni di Toscana Tv - io lo seguirò ovunque e sempre". 
Tra le note di colore la maglia speciale personalizzata  realizzata dal Prato Calcio per Papa Francesco, ovviamente con il numero 10: "Quello dei fuori classe – afferma Paolo Toccafondi, presidente della società – ho dato la maglia al sindaco Biffoni affinchè la consegnasse al pontefice con gli altri doni".  

 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  10.11.2015 h 11:35

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus

Digitare almeno 3 caratteri.

 
 
 
 

Speciale