11.09.2019 h 15:52 commenti

Contemporanea spegne 20 candeline, un festival in continua crescita

L'edizione di quest'anno propone 31 spettacoli in cui si alterneranno 32 compagnie, 9 sono straniere. Le donne protagoniste assolute dei dieci giorni di programma che spazia nei teatri cittadini, ma anche alla biblioteca Lazzerini
Contemporanea spegne 20 candeline, un festival in continua crescita
Ventesima edizione di Contemporanea Festival la rassegnata ideata dal Metastasio che quest’anno in dieci giorni, a partire dal 20 settembre, presenta 31 spettacoli per un totale di 51 rappresentazioni curate da 32 compagnie di cui 9 straniere.
“Il festival – ha spiegato il direttore Edoardo Donatini – in questi anni è cresciuto e ha saputo interpretare i tempi che cambiano. Per la ventesima edizione abbiamo deciso di continuare la riflessione sul Vivere al tempo del crollo. In questa nuova edizione l’attenzione è rivolta in modo prevalente al pensiero delle donne, alla loro visione politica del mondo. Al loro processo creativo è affidato il compito di accompagnarci nella lettura di un tempo e uno spazio a volte intraducibile perché composto da codici nuovi, lontani da stereotipi e condizionamenti culturali. Una visione che apre lo sguardo a una diversa prospettiva del futuro.”
E le artiste femminili fanno la parte del leone anche nel progetto “alveare”, ben dodici, uno spazio libero dove ciascuno esprimere la propria arte.
“La Regione – ha spiegato Ilaria Fabbri dirigente Regione Toscana – è sempre stata vicino al Metastasio, e in particolare al Festival a cui sono destinati 50 mila euro non più con la formula del bando, ma in qualità di programmazione del teatro”.
Dal Fabbricone, al Fabbrchino passando per il Magnolfi, il Metastasio, lo spazio K, il Chiesino di San Giovanni, la Biblioteca Campolmi e il Museo Pecci, la programmazione prevede anche spettacoli di danza. In cartellone anche debutti come quello di Annamaria Ajmone con "NoRama" e Joris Lacoste con "Jukebox Encyclopedie de la parole", dove gli spettatori posso richiedere all’artista di recitare un testo partendo da una playlist.
“Il festival – ha sottolineato l'assessore alla cultura Simone Mangani – è il palcoscenico ideale per alcuni artisti che hanno difficoltà ad esibirsi in certi teatri. Svolge anche una funzione fondamentale per interpretare il teatro di domani”.
Il 28 settembre alle 12 nel teatro Metastasio verrà presentato il volume “La funzione culturale dei festival: un seminario”.
I biglietti di contemporanea son in vendita a partire da domani 12 settembre.
Tutto il programma su www.metastasio.it


 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  11.09.2019 h 15:52

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.