06.12.2022 h 10:33 commenti

Confcommercio: "Le inefficienze nella gestione dei rifiiuti non devono aggravare i bilanci delle aziende"

I commercianti chiedono investimenti per calmierare i costi e creare valore nel lungo periodo. "I rincari pesano sulle imprese che sono riuscite a sopravvivere alla pandemia, ora manovre compensative per aiutare la ripresa"
Confcommercio: "Le inefficienze nella gestione dei rifiiuti non devono aggravare i bilanci delle aziende"
“Le inefficienze nella gestione dei rifiuti non possono tradursi in aggravio ulteriore sulle spalle delle aziende e dei cittadini contribuenti: serve iniziare ad immaginare nuovi investimenti e modalità compensative per attutire il peso della Tari”. Lo dice Confcommercio Pistoia e Prato, intervenendo a ridosso del pagamento del saldo di dicembre. “Le aziende che operano nei nostri segmenti – prosegue la nota – hanno avuto modo di dimostrare tutta la forza trainante del terziario con continuità crescente, incidendo positivamente, dal commercio al turismo, fino ai servizi, sul benessere economico e sociale del territorio. I dati del pil territoriale dell’ultimo semestre confermano questa inequivocabile tendenza. Sono riemerse con difficoltà dal complesso periodo pandemico e adesso stanno attraversando ostacoli altrettanto imponenti, a causa dei rincari dell’energia e delle materie prime”. Confcommercio continua: “L’aumento della tariffa, connesso ad una gestione dei rifiuti non all’altezza, determina un peso che le nostre aziende non possono più sostenere. Crediamo fermamente nella necessità di investimenti strutturali per calmierare i costi e produrre valore nel lungo periodo. Nel frattempo, però, è urgente arginare il problema contingente: misure di sostegno di carattere pubblico, ipotizzabili con una modalità compensativa, potrebbero rivelarsi un sostegno vitale per l’intero tessuto economico locale”.



 

Data della notizia:  06.12.2022 h 10:33

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.