06.04.2020 h 11:16 commenti

Confartigianato sposta di trenta giorni le scadenze previste dalla fatturazione del mese di marzo

Uno sforzo economico importante dell’associazione a favore dei propri associati: “Il primo di una serie di atti concreti per aiutare le aziende in questo momento terribile”
Confartigianato sposta di trenta giorni le scadenze previste dalla fatturazione del mese di marzo
Sostegno alle imprese reale e concreto, oltre le parole. È quanto sta facendo Confartigianato Imprese Prato che ha deciso, come primo importante passo, di spostare di trenta giorni le scadenze previste dalla fatturazione del mese di marzo relativa ai servizi effettuati per conto delle proprie imprese associate. Chi è socio e utilizza i servizi erogati da Confartigianato Imprese Prato (elaborazione paghe ai dipendenti, tenuta contabilità, ecc.) avrà quindi un mese in più di tempo per far fronte al pagamento degli stessi.
"Si tratta - spiega una nota dell'associazione -, di uno sforzo economico importante, assunto nella consapevolezza di dover sostenere le proprie imprese in una situazione di enorme difficoltà come quella attuale e del ruolo che un’associazione di categoria deve svolgere, che deve necessariamente andare oltre alla mera erogazione di servizi alle imprese, ma fare il possibile per tutelarle e sostenerle concretamente".
Il rinvio della fatturazione non resterà infatti l’unico atto in questa direzione. Sono attualmente allo studio della dirigenza altri interventi per offrire un sostegno concreto alle imprese associate. Un intervento estremamente significativo dal punto di vista economico, evitando di gravare ulteriormente sulla liquidità delle imprese messa a dura prova dal blocco delle attività, ma anche un segnale di incoraggiamento per guardare a un futuro di rilancio in tempi speriamo molto brevi.
 

Data della notizia:  06.04.2020 h 11:16

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.