10.07.2019 h 20:09 commenti

Commissioni consiliari, accordo nella maggioranza: quattro presidenze al Pd e una alla lista Biffoni

La guida delle prime quattro commissioni vanno ai Democratici Facchi, Tinagli, Tassi e Calussi. La quinta sarà presieduta da Rosanna Sciumbata, la più votata della lista Biffoni
Commissioni consiliari, accordo nella maggioranza: quattro presidenze al Pd e una alla lista Biffoni
Gabriele Alberti, presidente Consiglio comunale
Tutti ai nastri di partenza, ora le attività del Consiglio comunale possono entrare nel vivo. La partita delle commissioni infatti, è finalmente chiusa. Nel tardo pomeriggio di oggi, 10 luglio, la maggioranza ha chiuso l'accordo per le presidenze. Quattro saranno dominate dal Pd e una dalla lista Biffoni.
Nel dettaglio: la 1 (affari generali) sarà guidata da Antonio Facchi, la 2 (bilancio) dal giovane  Lorenzo Tinagli, la 3 (opere pubbliche) da Paola Tassi, la 4 (urbanistica) da Maurizio Calussi e infine la 5 (cultura e sociale) da Rosanna Sciumbata, la più votata della lista Biffoni. La commissione 6 (controllo e garanzia) che per legge spetta all'opposizione, sarà presieduta dal leghista Leonardo Soldi (LEGGI)
Ecco la composizione completa delle sei commissioni.
Commissione 1 (Affari generali, personale, sistema informativo e comunicazione). PD: Antonio Nelson Facchi, Matilde Rosati, Claudia Longobardi, Silvia Norcia e Martina Guerrini. Lega Salvini premier Mirko La Franceschina ed Eva Betti. Lista Spada sindaco: Tommaso Cocci.
Commissione 2 (Sviluppo economico, finanze, patrimonio, politiche comunitarie). PD: Lorenzo Tinagli, Monia Faltoni, Elena Bartolozzi. e Matilde Rosati. Lista civica Biffoni sindaco: Teresa Lin. Lega Salvini premier: Marco Curcio e Claudiu Stanasel. Lista Spada: Tommaso Cocci.
Commissione 3 (Sicurezza urbana, lavori pubblici, mobilità, trasporti). PD: Paola Tassi, Martina Guerrini, Monia Faltoni ed Elena Bartolozzi. Demos - Democrazia solidale per Prato: Massimo Carlesi. Lega Salvini premier: Patrizia Ovattoni. Fratelli d'Italia: Claudio Belgiorno. Movimento 5 Stelle: Carmine Maioriello.
Commissione 4 (Urbanistica, ambiente, protezione civile). PD: Maurizio Calussi, Marco Sapia, Marco Biagioni, Giannetto Fanelli. Lista Biffoni sindaco: Marco Wong e Giacomo Sbolgi. Lega: Leonardo Soldi. Lista Garnier: Marilena Garnier. Fratelli d'Italia: Claudio Belgiorno. Lista Spada sindaco: Daniele Spada.
Commissione 5 (Politiche sociali, istruzione, cultura, sport, politiche dell'immigrazione, politiche giovanili). Lista Biffoni Sindaco: Rosanna Sciumbata. PD: Silvia Norcia, Claudia Longobardi e Marco Biagioni. Sport per Prato Enrico Romei. Lega: Patrizia Ovattoni e Marco Curcio. M5S: Silvia La Vita.
Commissione 6 (Controllo e garanzia) . PD: Marco Sapia, Antonio Nelson Facchi e Lorenzo Tinagli. Lista Biffoni sindaco: Giacomo Sbolgi. Demos: Massimo Carlesi. Sport per Prato: Enrico Romei. Lega: Leonardo Soldi e Claudiu Stanasel. Lista Garnier: Marilena Garnier. Lista Spada: Daniele Spada. M5S: Silvia La Vita.
 
Domani, 11 luglio, si terrà la seconda seduta del consiglio uscito dall'ultima tornata elettorale, ma è la prima in cui i vari gruppi consiliari danno il via alle attività. Si discuterà in particolare del caso Arte stampa a Viaccia (interrogazione di Guerrini del Pd e di Garnier), dell'attualissima questione sullo sfruttamento lavorativo nelle aziende a conduzione cinese, delle mozioni Prato plastic free dei gruppi di maggioranza, e sull'accesso dei cani alle Cascine di Tavola di Claudio Belgiorno di Fratelli d'Italia, ma anche dell'ordine del giorno sullo stato di salute di palazzo di giustizia.
Il presidente Gabriele Alberti mette le cose in chiaro sulle regole del gioco. "Sarò l'arbitro di un dibattito serio e se necessario per la città anche duro, ma che sappia mantenere un profilo istituzionale. Sarò invece rigido nei confronti di quanto di brutto ho visto nella seconda parte della campagna elettorale. Il confronto tra idee diverse deve essere degno della città. Darò spazio a tutti i consiglieri. Non ne faccio una questione di politica ma di metodo. Per questo ho incontrato personalmente ogni singolo consigliere d'opposizione. E'importante conoscersi per strutturare un buon dialogo futuro".
Il presidente Alberti sposa la scelta di chi lo ha preceduto di aprire il palazzo comunale e il salone consiliare al mondo della scuola, ma aggiunge anche un'impronta personale che riflette la sua provenienza formativa e professionale, ossia il mondo del sociale e del volontariato: "Credo sia importante dare spazio a convegni e iniziative, anche di carattere nazionale, sul Terzo settore".
E.B.
 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  10.07.2019 h 20:09

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.