30.10.2020 h 17:57 commenti

Commemorazione defunti: ingressi vigilati e contingentati nei cimiteri

A Prato e in provincia l'invito a non creare assembramenti e adottate misure di sorveglianza per il rispetto delle procedure di distanziamento sociale e di utilizzo delle mascherine
Commemorazione defunti: ingressi vigilati e contingentati nei cimiteri
I volontari dell'Associazione Nazionale Carabinieri presidieranno gli accessi ai cimiteri comunali di Prato in occasione della Commemorazione dei defunti, da domani sabato 31 ottobre, domenica 1 novembre e lunedì 2 novembre, dalle 8.30 alle 13 e dalle 14 alle 17. In accordo con l'assessore alla Città Curata Cristina Sanzò, due volontari dell'Associazione saranno impegnati per sorvegliare gli ingressi e fornire supporto e indicazioni alla cittadinanza sulle corrette procedure di distanziamento sociale e di utilizzo delle mascherine. Resta valida la raccomandazione fatta dal sindaco Matteo Biffoni a evitare gli assembramenti.
MONTEMURLO - Domenica 1 novembre, festività di Ognissanti, il cimitero comunale di Rocca sarà regolamentare aperto ma con ingressi contingentati per evitare assembramenti nel rispetto delle normative anti – Covid. Il sindaco Simone Calamai ha firmato un'ordinanza che prevede la presenza di massimo 300 persone in contemporanea nel cimitero. Gli accessi saranno regolamentati dai volontari delle associazioni di protezione civile e dalla polizia municipale che vigilerà, non solo sulla viabilità, ma anche sul rispetto delle norme anti - assembramenti. Inoltre, l'ordinanza del sindaco per il prossimo 1 novembre prevede anche un numero massimo di due persone per nucleo familiare che potranno accedere al cimitero e la raccomandazione è quella di permanere all'interno del camposanto per non più di 20-30 minuti. "Mi rendo conto che la festività dei Santi è molto sentita e che per molti è un momento importantissimo per rendere omaggio ai propri defunti, facendo visita al cimitero. - spiega il sindaco Simone Calamai - Purtroppo, però, siamo nel pieno della pandemia e tutti noi siamo chiamati ad un grande sforzo per tutelare la salute collettiva. Quindi, la mia più sentita raccomandazione è quella di programmare la visita al cimitero in momenti diversi della giornata del 1 novembre, ad esempio preferendo la mattina al pomeriggio, o di anticipare al 31 ottobre o posticipare al 2 novembre la visita ai defunti". 
VAL DI BISENZIO - I cimiteri della Val di Bisenzio resteranno aperti nel corso delle prossime festività ma dai sindaci arriva un appello al massimo senso di responsabilità per evitare assembramenti e pericolose occasioni di contagio.
Intanto anche in Vallata, dopo la riattivazione del livello regionale, sono stati riaperti i Centri di protezione civile intercomunale e comunali per essere in grado di affrontare le problematiche sociali e sanitarie che si dovessero presentare nelle prossime settimane con tutti gli strumenti a disposizione. Primo Bosi, Guglielmo Bongiorno e Giovanni Morganti tengono a sottolineare che “le amministrazioni comunali con i loro uffici e servizi, insieme alla rete delle associazioni di volontariato, non hanno mai abbassato la guardia rispetto alle necessitò delle persone e della comunità locale”.
“La decisione di lasciare i cimiteri aperti in occasione delle prossime festività è legata alla valutazione della presenza di una situazione di sicurezza – mettono in evidenza i sindaci – c’è la possibilità di mantenere ampiamente le distanze e di evitare assembramenti. La garanzia di sicurezza è affidata alla responsabilità di ciascuno e naturalmente raccomandiamo cura e attenzioni speciali per le persone anziane che sono le più vulnerabili”.
POGGIO A CAIANO - Ingressi regolamentati per evitare assembramenti e obbligo, come sempre, di indossare la mascherina e di mantenere le distanze interpersonali. Questi i provvedimenti indicati dal Comune di Poggio a Caiano per tutelare la salute di tutta la comunità specialmente in vista della funzione per la commemorazione dei defunti. La raccomandazione ulteriore del sindaco Francesco Puggelli è quella di evitare la concentrazione di persone in una fase dove si assiste purtroppo ad un incremento dei contagi. Il Comune garantirà in ogni caso un presidio della polizia municipale all’esterno con il supporto, all’interno del cimitero, dei volontari della protezione civile.
“Chiediamo ai nostri concittadini la massima collaborazione, pur comprendendo che si tratta di una ricorrenza che sta a cuore a tutti noi. I sacerdoti delle tre parrocchie di Poggio a Caiano celebreranno una breve funzione dalla cappellina per poi dare una benedizione generale. La raccomandazione è quella di restare nei paraggi della tomba evitando di formare dei gruppi di persone”.
 
 

Data della notizia:  30.10.2020 h 17:57

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.