15.07.2019 h 16:45 commenti

Cittadinanza onoraria simbolica permanente ai bambini saharawi ospiti sul territorio

Saranno dieci famiglie montemurlesi ad accogliere i piccoli ambasciatori di pace. La cerimonia ufficiale per il conferimento della cittadinanza onoraria si svolgerà domenica 21 luglio ore 21 in sala Banti
Cittadinanza onoraria simbolica permanente ai bambini saharawi ospiti sul territorio
Fino a quando non verrà riconosciuto il diritto all'autodeterminazione del popolo saharawi, esule nell'inospitale deserto del Sahara algerino fino dal 1975, il Comune di Montemurlo concederà la cittadinanza onoraria simbolica permanente ai bambini saharawi che ogni anno sono ospiti sul territorio.
La decisione è stata presa dal Consiglio comunale di Montemurlo durante la seduta del 10 luglio scorso, per esprimere in modo concreto la propria solidarietà verso la lotta pacifica di un popolo che da oltre quarant'anni chiede il riconoscimento dello Stato saharawi e il rispetto dei diritti umani dei saharawi che vivono nel Sahara Occidentale occupato dal Marocco nel 1974. La cerimonia ufficiale per concessione della cittadinanza onoraria simbolica ai bambini saharawi si svolgerà domenica 21 luglio alle ore 21 al teatro della Sala Banti e sarà il sindaco Simone Calamai a conferire ai bambini il riconoscimento. Un documento che è stato approvato a pochi giorni dall'arrivo del gruppo dei dieci piccoli ambasciatori di pace saharawi, che ieri, domenica 14 luglio, sono giunti a Montemurlo, non solo per trascorrere una vacanza lontani dalle temperature torride deserto (in questo periodo arrivano a oltre 50 gradi), ma anche per continuare a tenere alta l'attenzione internazionale sulla vicenda del loro popolo. Oggi a Casa La Fonte ad Albiano i piccoli saharawi, dieci bambini dell'età di dieci anni e la loro accompagnatrice, hanno incontrato i loro coetanei montemurlesi che da stasera li ospiteranno in famiglia. « Montemurlo è un Comune che accoglie. - sottolinea Alberto Fanti, l'assessore alle politiche sociali  – Grazie alla preziosa collaborazione del gruppo trekking La storia Camminata e delle famiglie montemurlesi riusciamo a far vivere un periodo di serenità a questi bambini, che vengono mandati dalle loro famiglie in Europa a svolgere una vera e propria missione di pace.  Allo stesso tempo l'incontro con una realtà così dura e lontana offre un prezioso insegnamento di solidarietà ai nostri bambini, che condivideranno con il gruppo saharawi giochi e momenti di vita quotidiana».
I bambini saharawi rimarranno a Montemurlo una settimana, dopo di che si sposteranno a Calenzano, Lucca e quindi trascorreranno un periodo al mare a Rosignano Solvay. 
Il gruppo trekking “La storia camminata”, organizza per venerdì 19 luglio ore 20 alla casa La Fonte di Albiano, una cena di solidarietà per sensibilizzare la cittadinanza sulla causa del popolo saharawi alla autodeterminazione. Il menù è etnico. Il contributo per la cena è di 18 euro. Per maggiori informazioni e prenotazioni tel. 347/1933742.
 
 
Edizioni locali collegate:  Montemurlo

Data della notizia:  15.07.2019 h 16:45

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.