23.06.2016 h 12:58 commenti

Caso BpVi, il dubbio di Milone: "Come mai Consiag non si sta attivando per recuperare i soldi persi?"

Il capogruppo di Prato Libera e sicura preannuncia una interrogazione al sindaco: "La partecipata ha perso 9 milioni e mezzo di euro dei cittadini ma non fa nulla per chiedere giustizia"
Caso BpVi, il dubbio di Milone: "Come mai Consiag non si sta attivando per recuperare i soldi persi?"
"Come mai il Consiag non sta facendo niente per il danno subito dal deprezzamento delle azioni della BpVi, che rischia di costare 9 milioni e mezzo di euro?". Se lo chiede il capogruppo di Prato Libera e sicura Aldo Milone che preannuncia sul tema una interrogazione in consiglio comunale.
"In questi giorni - dice- tanti sono stati i piccoli e medi di risparmiatori che si sono rivolti alle procure di Prato e Vicenza, che indagano sulla BpVi, per denunciare il danno ricevuto da questa svalutazione. Anche chi ha perso piccole somme, sta cercando di ottenere giustizia e una forma di risarcimento. La mia sorpresa è notare il silenzio da parte di un'azienda come il Consiag che ha subito un danno di circa 9.500.000 di euro. Soldi, è bene precisarlo, dei contribuenti. Mi chiedo come è possibile tacere di fronte a tale perdita e come non viene posta in essere nessuna azione per cercare di recuperare almeno una parte di quei soldi dei cittadini". 
"Non vorrei - prosegue Milone - che quell'investimento catastrofico da parte del Consiag potesse nascondere qualche operazione strana".
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  23.06.2016 h 12:58

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.

 
 
 
 

Dossier