28.06.2014 h 09:22 commenti

Camicia Merveilleuse (Autunno/Inverno 2003): un sogno di femminilità e seduzione

Si conclude il viaggio alla scoperta delle camicie bianche create dal genio del grande stilista
 
La passione per la ricerca storica e stilistica sono alla base di questo splendida creazione di Ferré, con riferimenti ad un capo rivoluzionario come la chemise à la Reine lanciata da Maria Antonietta, accolta come habit-chemise e infine estremizzata dalle stravaganti restituzioni delle cosiddette Merveilleuse, vere e proprie fan della moda. Ferré coglie l’aspetto provocatorio e seducente che risiede nella storia di questo capo nato per le “robe da sotto”. La camicia – abito è realizzata in lunghi teli di chiffon trasparente, bordi profilati da trine e strascico a manto che si conclude con un intarsio di tulle ricamato.
Un reggiseno imbottito a mezza coppa senza spalline è indossato sopra, anziché sotto, evidenziando il punto tra seno e vita. Tanta femminilità è stemperata in sfilata dalla proposta di un look glam punk.
LA CAMICIA BIANCA SECONDO ME. GIANFRANCO FERRE’”
1 febbraio – 29 giugno 2014
Orari
martedì - giovedì: 10 – 15 | venerdì e sabato: 10 – 19 | domenica: 15 - 19
Giorno di chiusura: lunedì
Tutte le domeniche alle ore 16.30 visita guidata gratuita (senza obbligo di prenotazione)
INGRESSO + VISITA GUIDATA 6 EURO A PERSONA
MUSEO DEL TESSUTO DI PRATO
Via Puccetti 3, Prato | 0574 - 611503
www.museodeltessuto.it | info@museodeltessuto.it
FB museodeltessuto | Twitter #museodeltessuto
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  28.06.2014 h 09:22

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.