11.04.2019 h 14:27 commenti

Blitz al campo nomadi, i Sinti denunciano l'onorevole Donzelli: "Ci ha diffamato"

La procura ha aperto un fascicolo per verificare la fondatezza dell'accusa mossa dai Sinti di San Giorgio a Colonica che lo scorso primo marzo furono protagonisti di una diretta Facebook fatta nel corso di un sopralluogo del parlamentare di Fratelli d'Italia. Donzelli non è indagato
Blitz al campo nomadi, i Sinti denunciano l'onorevole Donzelli: "Ci ha diffamato"
I Sinti di San Giorgio a Colonica hanno denunciato per diffamazione aggravata e istigazione all'odio razziale l'onorevole di Fratelli d'Italia Giovanni Donzelli. La denuncia è arrivata in procura oggi, giovedì 11 aprile, a poco più di un mese di distanza dal sopralluogo al campo nomadi fatto dal parlamentare per documentare le condizioni dell'area e di vita delle famiglie che da anni vivono lì. Una visita con tanto di diretta Facebook che l'avvocato che assiste i Sinti ha allegato alla denuncia per dimostrare la fondatezza delle accuse. Fondatezza che, però, dovrà essere stabilita dal procuratore Giuseppe Nicolosi che aperto un fascicolo per valutare se davvero le dichiarazioni dell'onorevole Donzelli possono essere ritenute diffamatorie e di istigazione all'odio razziale. Al momento, dunque, l'esponente di Fratelli d'Italia non è indagato.
Donzelli, con il telefonino usato come una telecamera, girò in largo e in lungo il campo nomadi: “Sono un parlamentare, sono a controllare il territorio, qui vedo illegalità che denuncerò”, disse ad una Sinti che gli chiedeva il motivo della visita. Inquadrati i cumuli di rifiuti, la carcassa di un furgone stracolmo di spazzatura e scarti tessili, incuria e degrado, le roulotte dei nomadi e lo scambio di battute con diversi di loro. Poi le considerazioni sull'accesso al reddito di cittadinanza, sull'assistenzialismo, sulle politiche del Pd. E quelle sugli illeciti. Il video è ancora disponibile sulla pagina Facebook dell'onorevole Donzelli: “Furti, discariche, roghi notturni, fate vedere a tutti lo schifo che lascia il Pd quando governa”, il post chiaramente da campagna elettorale.
Una diretta Facebook a cui i Sinti risposero con una controdiretta e oggi anche con una denuncia per chiedere di punire gli attacchi verbali del parlamentare. La procura verificherà il contenuto delle dichiarazioni dell'onorevole Donzelli. C'è da capire se l'esponente politico abbia agito e parlato nell'esercizio della sua funzione di parlamentare e, in questo caso, si ridurrebbe di moltissimo il rischio di finire indagato o se invece, come sostengono i Sinti, l'iniziativa non sia collegabile all'attività di deputato.  
nadia tarantino
 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  11.04.2019 h 14:27

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus

Digitare almeno 3 caratteri.