03.12.2019 h 14:13 commenti

Barriere architettoniche, un'app indica percorsi e accessibilità. La mappatura fatta dagli stessi disabili

Il gruppo ha iniziato il suo giro a caccia di barriere architettoniche dalla rete di negozi "Autism friendly". La tecnologia Kimap permette di rilevare in automatico le condizioni del marciapiede attraverso le vibrazioni raccolte dallo smartphone
Barriere architettoniche, un'app indica percorsi e accessibilità. La mappatura fatta dagli stessi disabili
Presto la "Prato accessibile" sarà a portata di un'app-navigatore. Questa mattina, 3 dicembre, ha preso il via la mappatura dei percorsi e delle attività commerciali adatti a chi si trova in sedia a rotelle per arricchire l'applicazione Kimap che in sostanza è una sorta di navigatore per aiutare i disabili motori a muoversi nelle città evitando le barriere architettoniche. I protagonisti della mappatura sono stati gli stessi portatori di handicap.
Il gruppo ha visto la presenza degli operatori della cooperativa Kepos ed era guidato da Armando Dei, project manager di Kimap, con la collaborazione di Alessia Cassarà e Barbara Morganti. Oltre alle rilevazioni automatiche, l'app segnala la presenza di ostacoli come gradini, salite o discese ripide, mancanza di scivoli e le condizioni del marciapiede attraverso le vibrazioni raccolte dallo smartphone. Il giro ha preso il via dalla rete di esercizi commerciali a misura di autismo che il Comune di Prato ha realizzato recentemente. 
"Questa iniziativa racconta nel migliore dei modi la tecnologia al servizio del bene comune - ha affermato l'assessore all'agenda digitale Benedetta Squittieri -. Un'occasione lodevole, frutto di un impegno di molte realtà, per sottolineare ancora quanto la nostra città sia avanti nell'impegno verso l'accessibilità e l'inclusione".
La mappatura effettuata in questi giorni sarà poi restituita sotto forma di una vera e propria guida che illustrerà i vari percorsi in maniera dettagliata segnalando tutti gli esercizi Autism Friendly presenti nei diversi itinerari. I dati raccolti saranno anche consultabili, sotto forma di mappe, sul portale europeo dell’accessibilità Kimap City.
"Prato è la prima città blu in Italia e il percorso che ha fatto con "Autism friendly" è davvero importante anche grazie ai tanti esercizi commerciali ed enti che hanno aderito e che si sono formati - ha affermato l'assessore Ilaria Santi -. La mappatura permetterà a famiglie con bambini e ragazzi affetti da autismo e ad autonomi di usufruire di una opportunità in più di inclusione che la città offre, di abbattere quelle barriere che pur non essendo fisiche creano la stessa se non maggiore difficoltà".
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  03.12.2019 h 14:13

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.