26.12.2016 h 10:32 commenti

Bando per accogliere fino a 900 profughi, Milone: "Meno male Biffoni diceva che la città è già satura"

Il capogruppo di Prato Libera e sicura attacca il sindaco dopo l'annuncio del nuovo avviso della prefettura: "O ha detto falsità fino ad ora oppure viene ignorato dal governo". Duro interrvento della Lega Nord: "Colpa delle politiche folli del Pd, accoglienza indiscriminata e sistema welfare orientato al sostegno degli immigrati"
Bando per accogliere fino a 900 profughi, Milone: "Meno male Biffoni diceva che la città è già satura"
"La prefettura ha fatto un altro bando per accogliere 900 profughi mettendo a disposizione 20 milioni di euro. Di fronte a questa notizia, mi piacerebbe conoscere la reazione del sindaco Biffoni che da mesi va blaterando in tv e sulla carta stampata che Prato è già satura e non può accogliere altri profughi". A dirlo è il capogruppo di Prato Libera e Sicura Aldo Milone, commentando la notizia pubblicata ieri 25 dicembre da Notizie di Prato in merito al nuovo bando per l'accoglienza dei richiedenti asilo (LEGGI).
"Tra l'altro Biffoni - insiste Milone - è anche responsabile nazionale dell'Anci per l'immigrazione. A questo punto c'è solo da supporre che i suoi proclami erano finti perché non poteva non sapere di questo nuovo bando. Se, invece, non era al corrente vuol dire che non viene preso in considerazione dal ministero dell'Interno. Come spesso mi è capitato di ripetere, questo legame con il governo centrale ha solo arrecato danni alla città di Prato e non certo benefici".
Interviene anche la Lega Nord. Patrizia Ovattoni, segretario provinciale, critica il sindaco: "E' da quanto fu superata quota 300 che l'amministrazione manifesta disappunto, ma di fatto i profughi sono continuati a giungere regolarmente arrivando a oltre 700. Una situazione preoccupante che il Comune, contrariamente a suoi proclami di dissenso, pare voglia sostenere a tutti i costi. A indurci convintamente in questa tesi è stato proprio il vicesindaco Faggi che, a novembre scorso durante la nostra petizione sottoscritta da oltre 600 cittadini per fermare l'arrivo di migranti a Prato, censutò  nettamente l'istanza da noi proposta e confermò il proseguimento dell'accoglienza". La Lega teme "danni irreparabili": "In un momento in cui la disoccupazione è ai massimi storici, un giovane su due è senza lavoro, è impossibile che si siano le condizioni per una vera integrazione. La colpa è delle politiche folli del Pd. La logica dell'accoglienza indiscriminata e di un sistema welfare orientato al sostegno degli immigrati, a discapito degli italiani, crea terreno fertile per una guerra tra poveri fatta di quartieri ghetto come in centro storico e di un aumento esponenziale dell'insicurezza".  
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  26.12.2016 h 10:32

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.