12.02.2018 h 09:58 commenti

Raffica di spaccate in città, colpiti anche il Caffè 21 e noto negozio di abbigliamento

In azione la banda del tombino. Il bilancio della nottata passata è pesante tra colpi tentati e riusciti. Il titolare del Caffè 21: "Città allo sbando"
Raffica di spaccate in città, colpiti anche il Caffè 21 e noto negozio di abbigliamento
La banda del tombino è tornata a colpire. Il bilancio delle spaccate tentate e riuscite questa notte, 12 febbraio, è piuttosto pesante e vede tra le vittime illustri il Caffè 21 in viale Piave e il negozio di abbigliamento specializzato in snowboard di viale Montegrappa, Deka Upper.  La triste sequenza ha preso il via attorno alle una. I ladri hanno preso di mira la mostra di attrezzature per ristorazione che di trova all'angolo tra via Zarini e via Arcangeli, lungo una delle strade più trafficate della città che portano in centro. Con un tombino hanno tentato di spaccare una delle vetrine. Il vetro è stato fortemente danneggiato ma è rimasto in piedi. A quel punto la banda ha preferito non insistere, forse perché è stata disturbata da qualche passante o da un condomino della palazzina in cui si trova il fondo commerciale. D'altronde il rumore non è passato inosservato e a chiamare il 112 sono stati proprio i vicini di casa che poi hanno allertato anche i proprietari.
Più tardi, attorno alle 3. La banda si è spostata in viale Piave. Il tombino ha mandato in mille pezzi tutta la vetrina d'ingresso danneggiando anche il pavimento all'interno. Il bottino è piuttosto ricco: circa 400 euro di fondo cassa e alcune bottiglie di champagne. Dalle telecamere di sicurezza sono visibili tre uomini incappucciati. Per il Caffè 21 purtroppo non è la prima volta. Il titolare Mirko Cocchi è desolato: "E' una città allo sbando. Lo è un po' tutta Italia ma qui particolarmente. Purtroppo non si può fare come si vorrebbe e dovrebbe o si finisce dalla parte del torto. Venerdì sera nel locale c'era un marocchino ubriaco che sputava in terra. Ho chiamato polizia e vigili. A parte che sono arrivati dopo mezz'ora, ma poi lo hanno semplicemnte allontanato. Eppure è un personaggio già noto e conosciuto. Ormai siamo noi nella loro città e non più nella nostra". 
Mezz'ora dopo la banda si è spostata in viale Montegrappa per rubare capispalla da neve nel negozio Deka Upper, naturalmente dopo aver devastato la vetrina d'ingresso con un tombino. Fortunatamente la cassa era stata portata via dai proprietari: "Non ce la lasciamo più. - afferma il titolare - In 18 anni siamo al decimo colpi. Prima di stanotte eravamo "a diugiuno da 6-7 anni". Troppo bello per essere vero".
Questo il bilancio tracciato a fine mattinata. Non è detto che nelle prossime ore emergano altre spaccate rimaste al momento in sordina. 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  12.02.2018 h 09:58

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.