04.11.2019 h 16:05 commenti

Bagno di folla per Lorenzo Dalla Porta: Montemurlo si stringe intorno al "suo" campione del mondo

Direttamente dal circuito della Malesia a piazza del Comune, una festa dove mancava solo la nonna Nicoletta a cui il giovane campione ha dedicato la vittoria. L'orgoglio dei genitori, della sorella Deborah e della maestra delle elementari
Bagno di folla per Lorenzo Dalla Porta: Montemurlo si stringe intorno al "suo" campione del mondo
Direttamente dalla pista della Malesia alla piazza di Montemurlo per Lorenzo Dalla Porta un bagno di folla per festeggiare il titolo di  campione del mondo di Moto 3,  gradino del podio che 15 anni fa è stato di Andrea Dovizioso. "Dedico la vittoria alla nonna Nicoletta che mi ha regalato la prima moto. Non mi ricordo di una sola volta che si sia arrabbiata con me, quando è morta ero in Thailandia è stato un momento difficile ma ho trovato la forza di andare avanti". Dietro il successo di Dalla Porta c'è un' intera famiglia che ha sempre creduto in lui e lo ha sostenuto in tanti anni di corse. "Dopo i tanti sacrifici fatti – spiega la sorella Deborah - è incredibile essere arrivati qui. Ci sono stati momenti negativi, ma sono passati. Lorenzo è un fratello ganzissimo ci lega un rapporto speciale".
Un rapporto speciale condiviso sulle piste da corsa, la prima il Geko di Oste, ma mai sulle strade, Lorenzo non ha nemmeno la patente per guidare una moto fuori dai circuiti. "Non voglio che vada per strada – racconta la mamma Cristina – è un ragazzo buono e umile. Sono fiera di lui".
A seguirlo passo dopo passo il padre Massimiliano che ha lasciato il lavoro per dedicarsi alla carriera del figlio: "Sono emozionato- ha detto commosso – l'ho seguito da quando era piccino e non sono mancato mai, eccetto in Thailandia quando mia madre stava male. Sono felicissimo del risultato e ora si va avanti"
In tantissimi hanno voluto festeggiare il campione, fra loro anche la maestra Assunta Fucà "Era determinato, intelligente, ma non stava mai fermo. Ha sempre creduto in questo sogno – racconta l'insegnate- tanto che quando gareggiava la domenica il lunedì ci raccontava tutta la gara minuto per minuto e sembrava di essere li".

Dopo la firma sul registro dei cittadini illustri dove Lorenzo ha scritto " Fiero di essere di Montemurlo; per noi, per me e per la nonna", in tantissimi lo hanno atteso alla sala Banti per il taglio della torta e il brindisi. "Montemurlo – ha ricordato il sindaco Simone Calami – è terra di campioni che portano in giro per il mondo il nostro territorio, Lorenzo è uno di questi. Per lui un'altra grande festa a fine campionato per ribadire quanto siamo orgogliosi di lui". 

 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  04.11.2019 h 16:05

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.