13.09.2017 h 16:17 commenti

Aveva trasformato un appartamento in una centrale per lo spaccio di eroina, condannato

Un anno e mezzo è la condanna patteggiata da un nigeriano arrestato alla fine dello scorso luglio dalla polizia che scoprì in via Pomeria un'abitazione trasformata in base per lo spaccio di dosi di stupefacente. In manette finì anche un altro spacciatore che però comparirà davanti al giudice nei prossimi giorni
Aveva trasformato un appartamento in una centrale per lo spaccio di eroina, condannato
Fu arrestato, insieme ad un connazionale, alla fine di luglio scorso per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e oggi, mercoledì 13 settembre, ha patteggiato una pena a un anno e mezzo di carcere. L'uomo, nigeriano di 31 anni, difeso dall'avvocato Giuseppe Nicolosi, è comparso davanti al giudice del tribunale di Prato e al pubblico ministero Lorenzo Gestri che ha accordato il patteggiamento. L'altro arrestato, anche lui nigeriano, sarà processato nei prossimi giorni. I due furono bloccati dagli agenti dell'Antidroga della Squadra mobile nel corso di un'operazione che portò alla scoperta di una appartamento, in via Pomeria, trasformato in una base per lo spaccio di eroina. I nigeriani furono visti in strada mentre si scambiavano delle dosi e gli agenti, prima di entrare in azione, aspettarono che almeno uno rincasasse per fare irruzione nell'appartamento. Il nigeriano rimasto in strada fu trovato con 18 grammi di eroina e mille euro in contanti, l'altro fu sorpreso a confezionare dosi. Nell'abitazione la polizia sequestrò altri 20 grammi di eroina e circa 2.200 euro. 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  13.09.2017 h 16:17

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.