15.09.2018 h 13:15 commenti

Assedio alla Villa, esordio positivo per l’edizione 2018. Stasera si replica

Buon successo di pubblico per la prima serata della 34a edizione della manifestazione che quest’anno racconta 5 secoli di storia della Villa medicea patrimonio Unesco.
Assedio alla Villa, esordio positivo per l’edizione 2018. Stasera si replica
Debutto positivo per l’Assedio alla Villa 2018. In tanti nella serata di ieri, venerdì 14 settembre, si sono riversati nelle strade del centro di Poggio a Caiano per prendere parte al primo appuntamento della 34a edizione della manifestazione. Il via ufficiale alla festa è stato dato, come da tradizione, dall’apertura della fontana del Mascherone, da cui zampilla vino. Attraverso spettacoli, performance, musica, eventi e visite guidate, i presenti hanno poi potuto compiere un viaggio indietro nel tempo che, per la prima volta nella storia dell’Assedio, attraversa cinque secoli, dal Rinascimento ad oggi.
«Siamo partiti bene – commenta la presidente del Comitato Assedio alla Villa della Pro Loco di Poggio a Caiano Francesca Faggi –. Le presenze sono state tante, segno che il pubblico ha risposto bene al nuovo assetto della manifestazione, e anche le impressioni sono state positive. L’obiettivo è fare ancora meglio nelle prossime serate, e fare appassionare poggesi e non alla nostra villa e alle meravigliose storie di cui, nei secoli, è stata teatro».
Protagonista indiscussa della serata, appunto, la splendida villa medicea patrimonio dell’Unesco. La sua facciata per l’occasione si è animata grazie alle proiezioni 2D e 3D del videomapping, che ha dato vita ad effetti suggestivi, ed ha raccontato il legame dei poggesi con la dimora medicea attraverso il videoracconto “Le voci di Poggio”, novità di quest’anno che ha coinvolto in prima persona molti cittadini del paese.
«La villa è la vera regina dell’edizione di quest’anno – afferma il sindaco Francesco Puggelli –. Rimetterla al centro della festa ha reso possibile a tutti riappropriarsi di un pezzo della nostra storia che è un patrimonio prezioso non solo dei poggesi ma del mondo intero. Il tutto inserito in un evento di alto livello, che quest’anno è stato caratterizzato da un’attenzione nella programmazione artistica e culturale che ha segnato una salto di qualità».
E la villa era “presente” anche in strada, in modo tangibile, grazie al plastico in legno che la riproduce fedelmente in scala 1 a 100: realizzato dall’artista del legno Giuseppe Berretti per l’azienda della Val di Chiana Riciclandia, è stato Giuliano da Sangallo “in persona” – l’architetto che intorno al 1.480 progettò la villa – a consegnarlo a Lorenzo il Magnifico. La scena è stata fatta rivivere grazie ad una della diverse performance teatrali “Attimi di Villa” che hanno animato per tutta la serata il circuito della festa.
Il venerdì in genere è più sottotono sul fronte delle presenze e anche ieri è andata così. Il pienone è atteso per stasera, 15 settembre. La festa inizia alle 16 e termina alle 2. Domani, domenica 16 settembre, dalle 16 alle 24, quando a chiudere la manifestazione saranno i tradizionali fuochi d’artificio.
Il biglietto d’ingresso, acquistabile all’entrata, per gli adulti ha un costo di 6 euro, mentre è gratuito per i bambini sotto i 12 anni. Qualche disagio ieri si è registrato agli ingressi per l'assenza degli abbonamenti non residenti, tre serate a dieci euro, che invece erano in vendita all'ufficio turistico dentro il circuito della festa. Un controsenso, tanto più che nelle brochure informative niente era stato specificato al riguardo ne si faceva cenno alla necessità di acquistare la promozione in anticipo.
 
 
Edizioni locali collegate:  Comuni Medicei

Data della notizia:  15.09.2018 h 13:15

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.