05.11.2019 h 14:36 commenti

Apologia del fascismo, l'ex leader di Forza Nuova a processo per la manifestazione del 23 marzo

Il sostituto Laura Canovai ha firmato il decreto di citazione a giudizio che salta l'udienza preliminare. Massimo Nigro deve anche rispondere del mancato rispetto delle prescrizioni della questura. Il processo si aprirà il 7 giugno 2021
Apologia del fascismo, l'ex leader di Forza Nuova a processo per la manifestazione del 23 marzo
Apologia del fascismo: da questa accusa dovrà difendersi l'ex leader di Forza Nuova, Massimo Nigro. La procura è convinta che la locandina pubblicata su Facebook per promuovere la manifestazione dello scorso 23 marzo a sostegno di politiche più forti contro l'immigrazione sia riconducibile all'esaltazione del fascismo, tanto più che l'iniziativa si è svolta nel giorno dei cento anni della fondazione dei Fasci italiani di combattimento e che il materiale pubblicitario, proprio per questo, riportava il numero 100 racchiuso tra due rami di alloro dorato. Un riferimento chiaro, sostiene l'accusa, all'evento fascista del 23 marzo 1919. Nigro, 52 anni, difeso dall'avvocato Fabio Fattorini, non passerà dall'udienza preliminare; il sostituto Laura Canovai ha infatti firmato il decreto di citazione a giudizio che fa subito approdare il fascicolo al dibattimento che è stato fissato tra un anno e mezzo, il 7 giugno 2021.
Massimo Nigro, che ha lasciato il partito a primavera dopo essere stato escluso dalla corsa a sindaco a causa di irregolarità della sua lista, deve rispondere anche del mancato rispetto delle prescrizioni della questura che all'ultimo minuto declassò la manifestazione da corteo a presidio fisso. Un cambio di programma – dice la difesa – comunicato con così troppo poco anticipo da non aver consentito all'organizzatore di dire ai partecipanti che non avrebbero dovuto sfilare da piazza della Stazione, luogo del concentramento, a piazza del Mercato Nuovo, luogo dello svolgimento della manifestazione e del comizio di Roberto Fiore, segretario nazionale di Forza Nuova. Manifestazione contestatissima con 140 sigle politiche, sindacali e dell'associazionismo che risposero con un raduno antifascista in piazza delle Carceri.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  05.11.2019 h 14:36

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.