14.09.2020 h 08:31 commenti

Ancora un furto nella parrocchia delle Badie: portato via il computer dall'ufficio

La chiesa di San Pio X era stata visitata dai ladri meno di dieci giorni fa e poi sabato notte. Alcuni dei fedeli si offrono di fare una colletta per acquistare un impianto di videosorveglianza. L'amarezza del parroco: "La polizia non è nemmeno venuta per mancanza di personale", ma la Questura smentisce
Ancora un furto nella parrocchia delle Badie: portato via il computer dall'ufficio
A pochi giorni di distanza dall'ultimo colpo, la parrocchia San Pio X alle Badie è stata nuovamente vittima di un doppio furto. E' successo tra sabato 12 e domenica 13 settembre e di nuovo stanotte. E' stato ancora una volta il parroco, don Petre Tamas, a informare i parrocchiani con un paio di post sulla pagina Facebook della comunità. "Sono stato avvisato da due persone che la porta della chiesa era aperta - racconta il sacerdote -. Purtroppo non è uno scherzo da prete. Questa volta è stato portato via il computer dall'ufficio". La scorsa volta i ladri, o più probabilmente il ladro, aveva rubato il pc portatile e del denaro contante che si trovava in un cassetto. Aveva cercato anche di aprire la cassettina delle offerte, senza riuscirci.


 
A rendere più amaro questo secondo episodio, la considerazione di don Petre: "Ho chiamato la polizia - scrive su Facebook - ma non sono nemmeno venuti, perché erano a corto di personale". Circostanza, quest'ultima, che viene esclusa dalla Questura: "Non risulta agli atti - spiega il questore Alessio Cesareo - alcuna richiesta telefonica di intervento arrivata alla Centrale Operativa per il furto".
Alcuni parrocchiani si sono offerti di raccogliere il denaro necessario a installare un impianto di videosorveglianza. La chiesa delle Badie non ha gli alloggi annessi e il parroco abita quindi lontano. Così nelle ore notturne non c'è nessuno. Lo stesso don Petre dopo l'ultimo furto aveva fatto una sorta di appello ai ladri: "La chiesa aiuta sempre chi ha bisogno - aveva detto -. Bussate alla nostra porta e chiedete. Non c'è bisogno di rubare e fare danni".
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  14.09.2020 h 08:31

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.